Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Domenico Giani nuovo presidente nazionale delle Misericordie d'Italia

L'elezione ha avuto il suo spoglio questa notte e così è arrivata la conferma dell'incarico per l'aretino che per molti anni è stato capo della sicurezza per i Pontefici che si sono susseguiti in Vaticano

Domenico Giani, nella notte è arrivata la sua elezione a presidente delle Misericordie d'Italia. Foto fornita dall'ufficio stampa della Misericordia Toscana

L'aretino Domenico Giani è il nuovo presidente delle Miserciordie d'Italia. Un incarino nazionale di livello la cui conferma è arrivata questa notte al temirne dello spoglio delle elezioni. L'ex capo della sicurezza del Vaticano ottiene così un importante riconoscimento.

“Un grande augurio di buon lavoro a Domenico Giani, nuovo presidente delle Misericordie d’Italia, nella convinzione che con le sue capacità saprà consentire al nostro movimento di rinnovarsi e tenere il passo dei tempi, restando saldamente radicato nella sua secolare tradizione, di generosità e fede.” Queste le parole del presidente delle Misericordie della Toscana, Alberto Corsinovi, commenta l’elezione alla guida della Confederazione nazionale delle Misericordie di Domenico Giani, avvenuta al termine dell’assemblea nazionale svoltasi ieri, sabato 19 giugno, nel centro ‘Spazio Reale’ di San Donnino, alle porte di Firenze. Lo scrutinio delle schede è terminato dopo la mezzanotte tra sabato e domenica.

“La candidatura di Giani, fratello della Misericordia di Arezzo dal 1976, è partita dalla Toscana – aggiunge Corsinovi - ed è ovvio che siamo molto soddisfatti del grande consenso che ha riscontrato nell’assemblea di tutte le Misericordie d’Italia. Quanto, a febbraio scorso, ha dato la sua disponibilità a porsi al servizio del movimento candidandosi per la presidenza nazionale, abbiamo subito colto come provvidenziale questa opportunità. Oggi sono ancora più convinto che sia la persona giusta per portare avanti un ambizioso programma di rilancio delle attività caritatevoli e di servizio delle Misericordie.”

“Per superare difficoltà grandi come quelle che stiamo affrontando – conclude il presidente della Federazione toscana -  c’è bisogno di una grande unità che, da questo momento, è compito di tutte le Misericordie costruire insieme. La Toscana, che ha visto nascere questo movimento, è pronta come sempre a dare il suo contributo.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenico Giani nuovo presidente nazionale delle Misericordie d'Italia

ArezzoNotizie è in caricamento