menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il dissacrante documentario che strappa sorrisi ad Arezzo e ai suoi "arezzinesi"

Con la simpatia che lo contraddistingue, Andrea Lorenzon (creatore dei Cartoni morti) ha realizzato un mini documentario sulla città e lo ha ripostato sul suo profilo Facebook. Centinaia di condivisioni

Ironico, irriverente, a tratti comico: è il video-documentario su Arezzo che ha pubblicato Andrea Lorenzon, artista e conosciutissimo creatore delle strisce animate "Cartoni Morti".

Con la simpatia che lo contraddistingue, Lorenzon ha realizzato un mini documentario sulla città e lo ha ripostato sul suo profilo Facebook. Sei minuti di immagini realizzate con un cellulare che raccontano la Arezzo, le sue opere d'arte, i suoi monumenti e anche il suo buon cibo, in modo decisamente dissacrante. Con parole capaci di strappare sorrisi, ma anche di "disorientare" i più campanilisti. A partire dal nome affibbiato agli aretini, ribattezzati "arezzinesi".

Le immagini raccontano piazza Grande, della quale si nota "un edificio più bello dell'altro" tanto da non capire se ha un lato principale. Raccontano anche il duomo, la Basilica di Francesco (con tanto di ironia sulla facciata incompleta e il marmo mai consegnato dai fiorentini), San Domenico e il crocifisso di Cimabue, e mostrano suggestivi scorci. Tutto ovviamente nello stile che è proprio di Lorenzon.

Il documentario in pochi giorni è stato ricondiviso oltre mille volte. Un successo. E centinaia sono stati i commenti: tra questi anche quelli di tanti aretini che, con il sorriso sulle labbra, hanno apprezzato di vedere la loro città protagonista dell'irriverente clip. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento