Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Discoteche aperte il pomeriggio e niente alcolici: tra favorevoli e scettici. Parola al popolo dei social

Riaprire le discoteche al pomeriggio e poi vietare tassativamente l'utilizzo di alcolici durante le serate dedicate agli under 16. Le proposte sono quelle lanciate direttamente dall'associazione Futuro Aretino, realtà che è nata con l'intento di...

discoteca

Riaprire le discoteche al pomeriggio e poi vietare tassativamente l'utilizzo di alcolici durante le serate dedicate agli under 16.

Le proposte sono quelle lanciate direttamente dall'associazione Futuro Aretino, realtà che è nata con l'intento di creare iniziative specifiche volte alla valorizzazione dell'universo giovanile.

Presidente e portavoce del gruppo è Floriana Croce, a suo tempo candidata nella lista civica OraGhinelli.

Tra i temi sociali affrontati con una certa premura dall'associazione c'è sempre stato anche quello legato al decoro urbano e alla tutela dei minori dall'abuso di sostanze stupefacente e alcolici.

"Vorremmo - ha sottolineato la presidente Floriana Croce - farci promotori di una petizione che possa incentivare la riapertura delle discoteche in fascia pomeridiana in modo da consentire agli under 16 di divertirsi in tutta sicurezza. Anche i gestori dei locali avrebbero dei vantaggi e un miglior controllo dei frequentatori. In questo modo il rischio di somministrazione di alcolici sarebbe ridotto al minimo perché non ve ne sarebbero".

Insomma, la proposta c'è.

Ma gli aretini? Come hanno reagito a questa presa di posizione?

Sulla pagina Facebook della nostra redazione sono stati numerosi coloro che sono intervenuti in maniera costruttiva per esprimere la propria opinione.

C'è chi si è detto completamente d'accordo, chi ha trovato l'idea inapplicabile e chi invece ha voluto porre l'accento sul ruolo dei genitori e la necessità di provvedere ad investire maggiormente sull'educazione civica dei proprio figli.

"Eliminare e demonizzare l'alcol - si legge tra i commenti - non è la soluzione, ma farà solo sembrare le sbornie una cosa ancora più figa agli occhi dei ragazzini. Non facciamo gli ipocriti. Le ciucche ce le siamo prese tutti, chi più e chi meno. I ragazzini vanno educati, alla responsabilità e ad ogni altra cosa (alcol compreso). Solo che di genitori in grado di fare i genitori se ne vedono ben pochi".

Altri ancora sottolineano che sono altri i luoghi dove i ragazzi possono procurarsi alcolici.

"... potrebbe essere una possibile soluzione per arginare un problema che sta travolgendo la nostra gioventù (per lo più giovanissima), ma credo che le discoteche non siano il male peggiore. I ragazzi, spesso, quando entrano hanno già un discreto livello di ubriachezza che hanno raccattato fuori, non a caso li vediamo passeggiare con bottiglie di vario genere sin da l' ora di cena. In discoteca non ci si ubriaca perché vari drinks costano troppo. Il dito va puntato contro chi vende indiscriminatamente alcol a chicchessia mettendo il business avanti ad un briciolo di etica morale. Io, semplicemente mamma, tramite varie ammissioni, so dove vanno a prendere da bere facilmente e a poco prezzo, strano che, chi dovrebbe fare qualcosa ignora ... non si chiudono le attività che trasgrediscono per pochi giorni e poi non si controllano più. Scusatemi la filippica, ma si tratta di una realtà presa troppo poco in considerazione che sta degenerando".

E ovviamente non sono mancati neanche i contrari.

"Purtroppo chi fa uso di alcool o altro non aspetta di andare in discoteca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche aperte il pomeriggio e niente alcolici: tra favorevoli e scettici. Parola al popolo dei social

ArezzoNotizie è in caricamento