rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
APPROFONDIMENTO CITY
Attualità

Sos casa, oltre 4mila famiglie nell'Aretino in povertà assoluta. Ma offrire loro alloggi popolari costerebbe 600 milioni

Lo studio Irpet: per comprare una casa serve il totale di quanto guadagnato in media in 5 anni da un aretino. La stima di quanto dovrebbero investire le istituzioni in alloggi Erp o nel sostegno agli affitti

Cinque anni di lavoro non sono sufficienti. Per comprare una casa ad Arezzo, il totale di quanto guadagnato in media in un lustro non basta. E se invece di investire l'intero reddito, l'aretino ne destina solo il 30 per cento all'abitazione (quota che di fatto renderebbe sostenibile la spesa e permettendo una vita dignitosa) allora gli anni necessari si quintuplicano. Servono cioè 25 anni, ovvero un quarto di secolo. È questa la premessa - desolante - descritta dettagliatamente da Irpet, l'Istituto regionale di programmazione economica della Toscana, nel suo studio dedicato al "Disagio abitativo in Toscana e ai suoi riflessi sulla povertà delle famiglie". Tra dati e tabelle emerge chiaramente come "al crescere della sproporzione tra risorse disponibili e costi dell'abitare, cresce l'esposizione delle famiglie a una condizione di povertà". Un circolo vizioso dal quale uscire è estremamente difficile. Perché il rapporto tra il costo delle abitazioni e il reddito disponibile appare sempre negativo: anche perché a fronte di un aumento dei redditi del 2 per cento, si registra un aumento dei valori immobiliari del 3 per cento annuo. E se trovare un alloggio in affitto diventa un miraggio la situazione si complica ancora di più.

Nel comune di Arezzo la spesa media è di 4,3 euro al metro (in calo rispetto al quinquennio 2016/2022 del 4 per cento). In pratica un appartamento di 100 metri quadrati costa 430 euro. Ma non nelle zone di pregio, quelle del centro storico o dei quartieri ritenuti di lusso, la cifra può anche raddoppiare. Le cifre restano comunque al di sotto della media toscana, che si assesta su 5,2 euro al metro.  

C'è però chi non riesce a sostenere queste spese. Di fronte a situazioni di "vulnerabilità economica delle famiglie" dunque, dovrebbero subentrare le politiche per la casa delle istituzioni. I comuni in primis. Ma anche in questo caso la coperta appare troppo corta. Secondo Irpet infatti le "risorse sono insufficienti rispetto al fabbisogno". In pratica, stando al report, a livello regionale ci sono circa 124mila famiglie che cercano un'abitazione: nel 98,9 per cento dei casi (dati del 2022) l'incidenza del canone di affitto supera il 30 per cento dei redditi. Non solo, il 43 per cento di queste (pari a circa 53mila), vive in povertà assoluta. In particolare, ad Arezzo ci sono oltre 4540 famiglie con un Isee sotto i 16mila euro. Tra questo ben 2077 vertono in povertà assoluta: si tratta del 45,7 per cento. E nel territorio provinciale? Le percentuali sono leggermente più basse: si parla di 405 famiglie in Casentino (40,2 per cento), 603 in Valdichiana (46,3 per cento), 369 in Valtiberina (43,5 per cento) e 1127 in Valdarno (40,2 per cento). In tutto, nell'Aretino - stando al report - si contano oltre 4300 famiglie in condizione di povertà assoluta. 

Per queste migliaia di nuclei familiari, la casa è un vero e proprio sogno. Di quelli che costano troppo anche per le casse pubbliche. Lo studio di Irpet infatti guarda avanti ed elabora alcune stime su quanti soldi occorrerebbero per sostenere le politiche abitative. 

Nel caso di Arezzo sarebbero necessari ben 600milioni e 32mila 480 euro per ridurre le problematiche tra le famiglie in povertà assoluta "eligibili". Ovvero costruire o sistemare gli alloggi di edilizia residenziale pubblica necessari. Si tratta della situazione peggiori in Toscana, regione che vanta contesti, come in quelli livornese e pisano, dove già oggi si riesce a superare questo fabbisogno. Una cifra, quella necessaria ad Arezzo, che è più del doppio rispetto a quella necessaria a Firenze (248 milioni), il triplo di quella stimata per Siena, Pistoia e Prato. Alla luce di ciò emerge che sia più efficace dare sostegno economico alle famiglie per pagare l'affitto (in provincia potrebbero essere sufficienti circa 25milioni). Insomma un loop senza fine: perché la caccia ad una casa in affitto resta sempre una missione impossibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ArezzoNotizie è in caricamento