Attualità

Casentino "pecora nera" della differenziata. Solo Capolona supera il 61 per cento

I dati sono quelli riportati direttamente da Ato Toscana Sud sulla base dei conteggi e dei calcoli di Sei Toscana

Con il 61,30 per cento di raccolta differenziata raggiunta nei primi sei mesi del 2019 è il comune di Capolona a segnare il risultato migliore di tutta la vallata.

E' all'interno del report presentato Ato Toscana Sud, autorità che si occupa del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani programmando, organizzando e controllando l’attività di gestione del servizio, che viene posto l'accento anche sulle cifre riguardanti questa porzione di territorio.

A livello provinciale il Casentino è in assoluto la zona dove la differenziata stenta di più a decollare. 27,86% il risultato medio e che, fatta eccezione per una manciata di capoluoghi, rappresenta a pieno il trend nella parte più a nord della provincia.

Il dettaglio su Arezzo. La differenziata cresce del 5,67%

Badia Tedalda è il comune meno "riciclone" della provincia

Differenziata: i dati di Sei Toscana

Valdichiana regina del riciclo. Monte San Savino e Civitella superano il 70 per cento

Differenziata. Il Valdarno supera il 40%. Top Castelfranco Piandiscò, Bucine maglia nera
 

dati-differenziata-2

Il dettaglio comune per comune

Bibbiena - La variazione rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso è 0,31%. Tanto è cresciuta la raccolta differenziata a Bibbiena dove, nei primi mesi dell'anno, la percentuale arriva al 25,46%. Migliore il dato riguardante i chili di rifiuti prodotti che calano del 3,59% passando da 540,40 ogni abitante a 520,98.

Capolona - Con il 61,30% è il municipio con il risultato migliore dell'intero Casentino. La crescita registrata nei primi sei mesi del 2019 è del 4,90% mentre, i chili di rifiuti prodotti da ciascun abitante si assottigliano con una diminuzione complessiva del 3,53%.

Castel Focognano - Scarso il risultato di Castel Focognano riguardante la differenziata. 17,24% con una crescita impercettibile rispetto all'anno precedente dello 0,14%. In calo anche i chili di rifiuti prodotti dai residenti che decrescono del 4,41%. Si tratta del risultato in assoluto più basso dell'intera vallata.

Castel San Niccolò - La differenziata raccolta nei primi sei mesi dell'anno aumenta dell'1,04% arrivando al 25,49%. Segno meno invece davanti ai chili di scarti prodotti dai cittadini che vedono una diminuzione del 3,30%.

Chitignano - La raccolta differenziata nel comune di Chitignano, durante il primi sei mesi del 2019, raggiunge il 21,20 per cento con un tasso di crescita del 4,60% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Meno vistosa la percentuale che riguarda la riduzione dei chili di immondizia prodotta dai cittadini che comunque registra un calo dell'1,32%

Chiusi della Verna - 32,94% è la percentuale di raccolta differenziata conquistata da Chiusi della Verna che registra un incremento del 3,86%. Controtendenza per quello che riguarda i rifiuti pro capite prodotti dai residenti che, rispetto all'anno precedente, aumentano del 2,75%.

Montemignaio - Montemignano che nei primi sei mesi dell'anno registra un -1,88% passando dal 33,97% al 32,09%. In merito ai chili pro capite prodotti il risultato registra una decrescita nelle quantità pari all'1,21%.

Ortigano Raggiolo - 43,98%. Questa la percentuale di raccolta differenziata ottenuta dal comune di Ortignano Raggiolo che però, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, per 1,85 punti percentuali. Assottigliata dello 0,05% invece la quantità di chili prodotti dai residenti.

Poppi - Cresce del 2,61 per cento la raccolta differenziata nel comune di Poppi dove il complessivo raggiunge il 31,79%. Meno vistosa la riduzione dei chili di scarti prodotti dai cittadini che si assottiglia di 0,21%.

Pratovecchio Stia - Segno negativo sulla percentuale di differenziata anche per Pratovecchio Stia che cala del 1,37% la differenziata scendendo così sotto un tasso di efficienza inferiore al 30 per cento (29,18%). Di contro i chili di rifiuti prodotti dai cittadini sono diminuiti del 7,57%

Subbiano - E' il capoluogo con uno dei risultati migliori della vallata. 59,24% è il tasso conquistato dal comune subbianese per quello che concerne la differenziata. Una crescita del 3,21% che si affianca alla lievissima riduzione dei chili di rifiuti prodotti (-0,92%)

Talla - Il tasso di raccolta differenziata a Talla è del 25,68% con una crescita sull'anno precedente del 4,33%. La percentuale invece di chili prodotti dai residenti è diminuita del 3,21%.

Dati differenziata Ato Toscana Sud il dettaglio comune per comune

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casentino "pecora nera" della differenziata. Solo Capolona supera il 61 per cento

ArezzoNotizie è in caricamento