Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

80 donne hanno chiesto aiuto al centro antiviolenza: i primi dati del 2021

Nel 2020 sono state in tutto 265 coloro che si sono presentate agli sportelli del centro

Ottanta donne, da inizio 2021 ad oggi, si sono rivolte al centro antiviolenza aretino Pronto Donna. Qui hanno trovato un porto sicuro e ricevuto aiuto e sostegno. In occasione dell'8 marzo l'associazione stila un bilancio delle attività svolte in quello che passerà alla storia come l'anno dell'emergenza Covid-19.

Dodici mesi difficili che hanno visto i professionisti di Pronto Donna al lavoro per dare supporto a madri, mogli e cittadine travolte dall'acuirsi di situazioni di grande disagio. Nel 2020 sono state in tutto 265 coloro che si sono presentate agli sportelli del centro. Una cifra enorme che ha richiesto un grande impegno da parte degli addetti ai lavori. "Il Covid - spiegano da Pronto Donna - ha imposto una profonda rimodulazione di tutti i servizi che la onlus offre alle donne vittime di violenza. Dall’inizio dell’emergenza le operatrici hanno investito tempo ed energie nella gestione di un contesto operativo molto più complesso che in passato. Durante il lockdown gran parte degli interventi sono stati eseguiti online, ricorrendo a strumenti informatici e nuove metodologie. Nonostante le criticità, registriamo come dato positivo la sensibilità al tema della violenza di genere condivisa da varie realtà locali, che si sono attivate sia tramite iniziative di informazione e sensibilizzazione che con gesti di solidarietà".

Tra le iniziative messe in piedi in favore dell'attività svolta dall'associazione, ci sono quelle messe in piedi dal mercato ortofrutticolo Logge del Grano e Buccia Nera Winery, che destinano al centro una quota dei loro ricavi. Tra le attività svolte durante l'anno e riguardanti la sensibilizzazione al contrasto ad ogni forma di violenza di genere, c'è anche la partecipazione della presidente di Pronto Donna, Loretta Gianni, a “Ogni giorno è 8 marzo”, campagna curata dall’assessorato alle pari opportunità del Comune di Arezzo.

Pronto Donna festeggia l’8 marzo annunciando il nuovo corso di formazione per operatrici di accoglienza, in partenza sabato 13 marzo. “Questa giornata - spiega Loretta Gianni - è l’occasione per celebrare le conquiste sociali, economiche, culturali e politiche delle donne, nonché per evidenziare quelle aree in cui ancora è necessaria un’azione concreta per realizzare l’uguaglianza e abbattere ogni forma di violenza che ancora costringe la donna a non poter realizzare il proprio futuro e i propri sogni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

80 donne hanno chiesto aiuto al centro antiviolenza: i primi dati del 2021

ArezzoNotizie è in caricamento