Da Sansepolcro al Ministero della Salute, ecco il primo laboratorio gluten-free

L'innovazione e lo sviluppo dei prodotti gluten-free parte da Sansepolcro. La città tiberina è la sede da cui ha preso il via l'innovativa esperienza di Aglunia, un laboratorio unico sul territorio provinciale che nasce per rispondere alle...

pane

L'innovazione e lo sviluppo dei prodotti gluten-free parte da Sansepolcro. La città tiberina è la sede da cui ha preso il via l'innovativa esperienza di Aglunia, un laboratorio unico sul territorio provinciale che nasce per rispondere alle esigenze alimentari di quelle famiglie che, a causa della celiachia, sono chiamate ad un'alimentazione diversa da quella tradizionale. Questo progetto è nato dalla sinergia tra le competenze e le professionalità di un team di imprenditori che, già impegnati nel settore della panificazione, hanno strutturato un centro dedicato allo studio, alla ricerca e alla preparazione di prodotti da forno senza glutine, oltre che alla formazione professionale.

La principale mission del laboratorio, autorizzato dalla regione Toscana, è legata alla produzione artigianale di pane ed altri derivati dalla farina che, buoni e genuini come quelli tradizionali, sono stati inseriti dal Ministero della Salute nel "Registro nazionale dei prodotti erogabili senza glutine". Al momento sono già sette i prodotti da forno biturgensi che hanno meritato l'ingresso nei database farmaceutici nazionali e che, di conseguenza, sono ritirabili gratuitamente dai celiaci con i buoni della Asl.

«Siamo il primo laboratorio gluten-free del territorio aretino - afferma Giovanni Battista Rossi, tra i fondatori di Aglunia insieme ad Achille Goracci e a Domenico Princi. - I sette prodotti già approvati dal Ministero della Salute rappresentano un motivo di orgoglio e uno stimolo per rinnovare questo settore, garantendo una proposta sempre più amplia di alimenti da forno che per qualità, fragranza e gusto non abbiano niente da invidiare a quelli con il glutine. Il nostro motto, per l'appunto, recita "Il tuo pane quotidiano buono come… il pane"».

Giovanni Battista Rossi Giovanni Battista Rossi

Alla luce dell'aumento dei casi di celiachia, i prodotti di Aglunia hanno rapidamente attirato l'attenzione di numerosi punti vendita della provincia di Arezzo (forni, farmacie o supermercati) che si sono interessati all'attività e alla produzione di questo laboratorio. Tale interesse non ha riguardato il solo territorio locale ma anche quello nazionale perché l'azienda di Sansepolcro è ufficialmente riconosciuta dalla regione come un centro di formazione per il gluten-free. Numerosi imprenditori e operatori del resto d'Italia, dalla più vicina Grosseto al Veneto, hanno trovato in Aglunia una vera e propria scuola per approfondimenti teorici, pratici e burocratici per replicare l'esperienza di questo laboratorio anche in altre zone della penisola.panettiere_laboratorio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In questo percorso - aggiunge Rossi, - possiamo contare sull'appoggio dell'Associazione Italiana Celiachia con cui collaboriamo per elevare gli standard e per strutturare un modello che, da Sansepolcro, possa mettere radici in tutta Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento