rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Nuovo bando, il Cral perde il bar dell'ospedale San Donato. La preoccupazione dei sindacati

"Come sindacati esprimiamo preoccupazione anche per quanto riguarda i lavoratori coinvolti, che  potrebbero avere in fase di cambio di appalto ripercussioni sulle articolazioni orarie dei turni di lavoro e di conseguenza anche sui livelli salariali"

Nouva gara d'appalto e dopo anni il Circolo ricreativo aziendale perde la gestione del bar dell'ospedale San Donato. Questa la novità che allarma i sindacati aretini Cgil, Cisl, Uil e Nursind che esprimo vicinanza e solidarietà ai componenti del Cral.

"Ricordiamo che il Cral è stato fondato circa 60 anni fa, nell'allora Ex Usl 8 di Arezzo, attuale Usl Toscana Sud Est, ed è sempre stato un punto di riferimento per i dipendenti, in quanto non solo ha gestito il bar del San Donato, ma essendo un'associazione ricreativa in favore dei dipendenti, ha promosso attività sociali, culturali, ricreative ed eventi sportivi nella nostra città.

Il Cral per sua vocazione ha sempre favorito l'utilizzo di prodotti provenienti da aziende locali con il fine di creare una rete territoriale con un alto valore aggiunto sulla qualità dei prodotti, mantenendo prezzi sociali. Diventando pertanto un punto di riferimento non solo per il personale interno al plesso ospedaliero, ma soprattutto per tutti i cittadini che si recano in ospedale sia per visite che per assistere i propri familiari, fornendo un punto di ristoro indispensabile e a prezzi accessibili."

Preoccupazione per i lavoratori

"Come sindacati esprimiamo preoccupazione anche per quanto riguarda i lavoratori coinvolti, che  potrebbero avere in fase di cambio di appalto ripercussioni sulle articolazioni orarie dei turni di lavoro e di conseguenza anche sui livelli salariali. Per tutto questo siamo fortemente preoccupati  e vogliamo che l’attività del Circolo Ricreativo dei dipendenti della Usl Toscana Sud Est di Arezzo non finisca, ma che sia garantita inoltre la disponibilità di idonei locali per le attività tipiche di un circolo ricreativo aziendale. Vogliamo auspicare che tutte le istituzioni cittadine compresa la direzione della Usl Toscana Sud Est si adoperino affinché sia mantenuta  la presenza del Cral all’interno del San Donato in modo che possano essere garantite tutte le attività per i lavoratori nostri iscritti e la cittadinanza tutta."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo bando, il Cral perde il bar dell'ospedale San Donato. La preoccupazione dei sindacati

ArezzoNotizie è in caricamento