Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Suonata la prima campanella nella scuola di Magbana costruita con l'aiuto di Leonardo Pieraccioni

Insieme al grande complesso scolastico di Kondembaya e al centro sportivo nello stesso villaggio, con quello di Magbana è il terzo edificio di cui Pieraccioni ha permesso la realizzazione e che accoglie centinaia di giovanissimi studenti

Lo aveva promesso a don Giuliano Faralli a più riprese. E poi quella scuola in Sierra Leone non solo si è trasformata ma è diventata un punto di riferimento per tutta la comunità locale.
Si rinnova ancora una volta l'amicizia tra Leonardo Pieraccioni, regista ed attore toscano, con l'associazione "Solidarietà in buone mani", la onlus di Castiglion Fiorentino impegnata fortemente in Africa. 

Un connubio, quello tra Pieraccioni e don Giuliano (presidente dell'associazione), che ha permesso agli studenti di Magbana di essere pronti sui propri banchi al suono della prima campanella dell'anno scolastico 2019/2020.

A darne conferma è stato poche settimane fa il vescovo Natale Paganelli in una lettera indirizzata proprio al parroco di Montecchio.

“Carissimo don Giuliano, la scuola di Magbana e i lavori finanziati da Leonardo Pieraccioni sono ormai al termine, stanno finendo i gabinetti e preparando i banchi, sarà pronta all'inizio dell'anno scolastico, a metà settembre. La comunità è molto povera, con una maggioranza musulmana e una buona presenza cattolica, in linea con la situazione nel resto del paese. L’attività primaria per la sussistenza alimentare è quella agricola, in particolare con la produzione di riso, arachidi, peperoncino, cassava, patate dolci. Quando la gente porta i prodotti raccolti al mercato con il ricavato compra quello che manca per il resto della famiglia, difficilmente portano a casa soldi perché tanti sono i bisogni soprattutto dei bambini. Qui si è sempre pronti per le emergenze, soprattutto nelle questioni di salute: quando ci si ammala e non ci sono i soldi per le cure si vende una capra o quello che si ha e con il ricavato si copre la spesa medica. Altre opportunità non ne hanno. Ma  almeno Leonardo Pieraccioni gli ha dato l’opportunità di studiare in una scuola bella e rinnovata, saranno felicissimi".

Insieme al grande complesso scolastico di Kondembaya e al centro sportivo nello stesso villaggio, con quello di Magbana è il terzo edificio di cui Pieraccioni ha permesso la realizzazione e che accoglie centinaia di giovanissimi studenti.

Il legame con la onlus castiglionese si attesta oramai sui 10 anni come si suol dire “vissuti intensamente” culminati con il riconoscimento del San Michele d’Oro concesso dall’amministrazione comunale.

"Don Giuliano sono con te", Leonardo Pieraccioni al fianco del parroco di Montecchio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suonata la prima campanella nella scuola di Magbana costruita con l'aiuto di Leonardo Pieraccioni

ArezzoNotizie è in caricamento