Il Coronavirus cambia la benedizione pasquale. Il parroco: "Benedirò le vostre case dalla strada"

La comunicazione per il paese di Castiglion Fibocchi

Il Coronavirus ha fatto sospendere le funzioni religiose, così come il rito della benedizione delle case con l'acqua santa. Anche i parroci dell'Aretino si sono dovuti attenere a quanto richiesto dal decreto emanato dal governo.

19 marzo | La festa del papà: le origini e le tradizioni

E così c'è chi si è attrezzato in maniera diversa per rispettare comunque il rito della benedizione. Come ad esempio accade a Castiglion Fibocchi dove alcuni cartellini informano gli abitanti che giovedì prossimo, in occasione della festa di San Giuseppe, alle 16 il parroco partirà dalla chiesa con l'acqua benedetta percorrendo le strade del paese.

"Quelle dove non sono potuto venire - si legge - per la benedizione annuale e dalla strada benedirò le vostre abitazioni e i locali pubblici".

Presso l'edicola del paese invece sarà lasciato il ricordo pasquale che i parrocchiani potranno ritirare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuove regole allo studio per Natale e Capodanno: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Nuovi assetti bancari in provincia:18 filiali Ubi passano a Bper. Tra queste anche la sede storica di Banca Etruria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento