menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche cooperative di Arezzo in aiuto alla vaccinazione di anziani e fragilissimi

Confcooperative Toscana Nord scende in campo per vaccinazione anti Covid. Presidente Gori: “230 coop del welfare si mettono a servizio della campagna”

Sono 230 le cooperative - sanitarie, sociali e di comunità - aderenti a Confcooperative Toscana Nord disponibili a collaborare con la Regione Toscana e le Asl di riferimento per il potenziamento della campagna di vaccinazione anti Covid. Le aziende, con sede ad Arezzo, Firenze, Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Prato, rispondono all’appello del presidente nazionale Confcooperative, Maurizio Gardini, che nei giorni scorsi ha lanciato la mobilitazione delle cooperative italiane del welfare con l’obiettivo di vaccinare il 10% degli italiani. 

Giuseppe Gori, presidente di Confcooperative Toscana Nord spiega che “come Confcooperative Toscana Nord abbiamo nei settori sociale e sanitario una forza lavoro pari a circa 10.000 addetti complessivi, tra cui infermieri e sociosanitari abituati a erogare servizi domiciliari agli anziani e ai disabili, che potrebbero dare una mano per la vaccinazione dei più fragili o degli over 80. Un piccolo esercito che mettiamo a disposizione del presidente della Toscana, Eugenio Giani e dell’assessore al diritto alla salute, Simone Bezzini che si è detto pronto a collaborare con tutte le realtà che operano nel settore del welfare e che sono disponibili a fare la loro parte. Noi siamo pronti a fare la nostra”. 

Le imprese aderenti a Confcooperative Toscana Nord sono disponibili a confrontarsi con la Regione sulle necessità delle Asl e a mobilitarsi per mettere a disposizione spazi, personale specializzato e attrezzature per accelerare la campagna vaccinale in Toscana. 

“L’unico modo per uscire dall’incubo della pandemia è raggiungere l’immunità di gregge al più presto - prosegue Gori -. Per farlo è necessario, in primis, che arrivino le dosi di vaccino, ma anche che queste siano somministrate in tempi rapidi e in modo capillare su tutto il territorio, anche quello più periferico. Per questo vogliamo dare al presidente Giani la nostra disponibilità a mettere al servizio della Regione Toscana la nostra capillare organizzazione per vincere insieme questa grande sfida”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento