menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
chiassai-silvia

chiassai-silvia

Convenzione servizi socio-sanitari. Chiassai: “Errore delegare la gestione alla Asl”

Non solo il tema legato all’attuazione dell’accordo interaziendale tra l’Ospedale della Gruccia e il Serristori di Figline Valdarno,Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai prende posizione anche sulla gestione in convenzione dei servizi...

Non solo il tema legato all'attuazione dell'accordo interaziendale tra l'Ospedale della Gruccia e il Serristori di Figline Valdarno,Il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai prende posizione anche sulla gestione in convenzione dei servizi socio-sanitari in Valdarno.

"Ho chiesto ai sindaci del Valdarno un incontro specifico per rivedere gli accordi presi nel 2015 con la convezione firmata, tra i nove Comuni valdarnesi e la Asl sui servizi socio-sanitari. Ho sempre considerato un grave errore di valutazione l'aver delegato alla Asl la responsabilità della gestione. Per questo motivo, ho ritenuto necessario in Conferenza dei sindaci, proporre un ripensamento sugli accordi e procedere affinché la stessa gestione tornasse in capo ai Comuni e non restasse ad un ente esterno. Nell'occasione, ho avanzato anche la disponibilità, qualora non ce ne fossero state altre, del Comune di Montevarchi ad assumere il ruolo di Comune capofila sostenendo un forte impegno in termini di forze e energie. Sono dell'opinione che i sindaci debbano prendere le loro decisioni mettendo sempre al centro il bene dei cittadini, anche se questo può comportare più responsabilità ed oneri. Non è stata raggiunta l'unanimità dei consensi tra i sindaci e quindi la mia proposta non è stata accolta. E' chiaro che mi adeguerò alle decisioni prese dalla maggioranza e a far sì che Montevarchi faccia la sua parte, anche se mantengo forti perplessità su questa scelta perché la ritengo infruttuosa per il cittadino.

Inoltre, i servizi socio-sanitari che hanno deciso di dare in diretta gestione alla Asl, sono destinati agli anziani e alle fasce più deboli della nostre comunità e che verranno da noi sindaci a segnalare eventuali lamentele o disservizi su cui non avremo possibilità di agire con risposte efficaci e tempestive.

Credo che sia venuta meno una visione concreta d'insieme sul futuro del nostro Valdarno. Tutto ciò mi preoccupa. Come sindaci stiamo affrontando una fase molto delicata anche sul fronte della riorganizzazione del sistema sanitario regionale, dove ci siamo lamentati di un coinvolgimento inadeguato degli gli enti locali da parte della Asl. Ora che potevamo esercitare un ruolo guida nella gestione dei servizi socio-sanitari, non siamo stati in grado, con grande rammarico, di sfruttare l'occasione"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento