Attualità

"Controsoffitti usurati", scuola di Indicatore a rischio in caso di sisma: ok della Giunta a nuovi lavori di adeguamento statico

Proseguono i lavori nel plesso scolastico di Indicatore che ospita scuola dell'infanzia e scuola primaria. Dopo una perizia infatti, in seguito ad una prima trance di lavori, sono emerse alcune criticà che renderebbero vulnerabile l'edificio in...

scuola-elementare-indicatore

Proseguono i lavori nel plesso scolastico di Indicatore che ospita scuola dell'infanzia e scuola primaria. Dopo una perizia infatti, in seguito ad una prima trance di lavori, sono emerse alcune criticà che renderebbero vulnerabile l'edificio in caso di eventi sismici. Per questo la Giunta comunale ha approvato ulteriori interventi che interesseranno controsoffitti ma anche pareti divisorie.

Nel dettaglio è apparso critico lo "stato di conservazione e il numero dei supporti di aggancio alla copertura delle controsoffittature che, in caso di evento sismico, ne potrebbe compromettere la tenuta e la resistenza, riducendo il grado di sicurezza dei fruitori del plesso scolastico". In pratica le controsoffittature "ormai usurate e deteriorate in molti punti, delle aule didattiche poste a piano terra del fabbricato scolastico, ed esattamente cinque aule nella parte della scuola dell'infanzia e cinque aule nella parte della scuola primaria del plesso scolastico" in caso di eventi estremi sarebbero potute crollare.

Il progetto è definitivo e in separata sede la giunta ne ha disposto anche l'immediata eseguibilità. Saranno quindi realizzati "controsoffitti con le tecnologie attuali al fine di migliorare le caratteristiche di resistenza strutturale dell'intero manufatto, aumentare il comfort acustico e avere anche un conseguente risparmio energetico grazie a pannellature termicamente prestanti": tempo sarà realizzato un nuovo impianto di illuminazione ad incasso sul controsoffitto con tecnologia LED per un aumento dell'efficienza illuminotecnica e conseguentemente un notevole risparmio energetico.

L'investimento si sarà di altri 50mila euro.

Il primo ok della giunta era arrivato proprio un anno fa, quando l'edificio della frazione aretina fu individuato tra quelli oggetto di un'indagine diagnostica per la valutazione della vulnerabilità sismica. In seguito ai risultati delle verifiche emerse la necessità di eseguire interventi di adeguamento strutturali. A fine agosto 2017 partirono i lavori, ma durante l'attività l'azienda scoprì nuove criticità. E' stato così elaborato un progetto oggi approvato e reso esecutivo dalla giunta.

Prosegue così l'estate di cantieri nelle scuole. Negli ultimi mesi e in quelli a venire saranno infatti numerosi gli interventi. Dall'esterno della Leonardo Bruni, alla Masaccio, dal resede della Pio Borri (lavori che andranno di pari passo con il restauro a Porta Trento Trieste), fino a quelli all'Orciolaia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Controsoffitti usurati", scuola di Indicatore a rischio in caso di sisma: ok della Giunta a nuovi lavori di adeguamento statico

ArezzoNotizie è in caricamento