Controllo del territorio, prevenzione infortuni e truffe: ecco come garantire la sicurezza in casa

Convegno di Confedilizia in prefettura con amministratori di condominio, assessore del Comune di Arezzo, forze dell'ordine e vigili del fuoco

La sicurezza in casa è stato l’argomento al centro del convegno, promosso da Confedilizia Arezzo, tenutosi nella mattinata odierna presso il Salone d’Onore della Prefettura. In apertura dei lavori, il Prefetto ha evidenziato l’importanza di iniziative come quella odierna che si collocano nell’ottica di una proficua collaborazione tra forze dell’ordine, enti locali ed associazioni private, ai fini di elevare i livelli della sicurezza nell’ambito delle abitazioni private e della convivenza civile.

Tante sono state le tematiche affrontate nel corso dell’evento: i molteplici aspetti che il proprietario deve approfondire nella stipula del contratto di locazione ad uso abitativo, il ruolo dell’amministratore di condominio nella gestione della convivenza, la funzione del portiere e l’esame delle agevolazioni fiscali connesse alla protezione della casa.

Il presidente nazionale di Confedilizia ha svolto un’articolata e completa rassegna su tutti gli aspetti della sicurezza all’interno delle abitazioni, ponendo utili spunti di riflessione sulle delicate questioni dei rapporti di vicinato e delle relazioni fra proprietari ed inquilini, soffermandosi sulle diverse tipologie di episodi criminosi a cui la proprietà immobiliare privata è esposta, tra cui le truffe ed i furti.

In tale ottica, sono seguiti gli interventi dei responsabili delle forze dell’ordine. Il Questore si è intrattenuto sul concetto della sicurezza partecipata, rilevando l’importanza di un sempre costante controllo del territorio al fine di migliorare la percezione della sicurezza da parte dei cittadini. Lo stesso ha evidenziato che, per realizzare tale obiettivo, è indispensabile il determinante contributo dei cittadini i quali, con le loro segnalazioni, permettono di realizzare una sicurezza sempre più partecipata e condivisa.

Il comandante provinciale dei Carabinieri ha trattato il fenomeno delle truffe perpetrate ai danni degli anziani e dei soggetti deboli, riferendo in ordine alla costante attività preventiva e repressiva posta in essere per fronteggiare questi deprecabili delitti. Il comandante ha fornito un ampio e puntuale panorama di accorgimenti e di precauzioni che tutti, ma soprattutto gli anziani, debbono attuare per proteggersi dai malintenzionati, invitando i cittadini a contattare tempestivamente i numeri dell’emergenza pubblica per segnalare situazioni dubbie o persone sospette nonché per richiedere l’intervento immediato delle forze dell’ordine.

L’assessore del Comune di Arezzo, Barbara Magi, ha riferito circa le numerose iniziative, che l’amministrazione comunale, nel corso degli anni, ha messo in campo per favorire la cultura del rispetto della legalità e la consapevolezza della prevenzione degli incidenti negli ambienti domestici e nel settore della protezione civile, onde assicurare la sicurezza dei cittadini su tutti i fronti.

Il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ha illustrato il contenuto di un video, elaborato dal Corpo Nazionale, dedicato al tema della prevenzione degli incidenti tra le mura domestiche, mentre un rappresentante del comando ha illustrato nel dettaglio le tipologie di infortuni che possono accadere nelle abitazioni, evidenziando l’importanza che ciascuno di noi debba sempre avere una maggiore consapevolezza dei rischi a cui si è esposti nella vita quotidiana.

A margine del convegno, è stato siglato tra Prefetto, Comune di Arezzo, Confedilizia di Arezzo, Registro degli amministratori di Condominio, Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco un documento di intenti con cui le parti contraenti si impegnano a svolgere attività intese a favorire la sicurezza delle persone, ad agevolare la civile convivenza, per migliorare le condizioni di vita nei centri urbani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altro obiettivo dell’accordo è quello di svolgere una sempre più capillare opera di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini affinché siano segnalate alle forze dell’ordine tutte le situazioni di allarme che si possono verificare negli ambiti condominiali o residenziali privati o che comunque incidono sulla sicurezza urbana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento