menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi del Comune di Arezzo per edifici religiosi, centri culturali e sociali

Agli edifici religiosi spetta un contributo compreso tra il 3% e il 9%. In particolare il 95% andrà alla chiesa cattolica e il 5% alle restanti confessioni. Per gli edifici di centri culturali e sociali la quota degli oneri di urbanizzazione secondaria introitati annulmente varierà tra il 3% e l'8%

Entro lunedì 22 luglio è possibile presentare le domande per usufruire dei contributi derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria per la realizzazione di opere su immobili destinati a “Edifici di culto e altri edifici per servizi religiosi” e “Centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie”. Il testo integrale dell’avviso e il facsimile di domanda sono reperibili su https://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-edilizia-e-suap/sue/servizi-erogati/contributi-derivanti-da-oneri-di-urbanizzazione-secondaria/

Agli edifici religiosi spetta un contributo compreso tra il 3% e il 9%. In particolare il 95% andrà alla chiesa cattolica e il 5% alle restanti confessioni. Per gli edifici di centri culturali e sociali la quota degli oneri di urbanizzazione secondaria introitati annulmente varierà tra il 3% e l'8%.

La domanda può essere consegnata a mano allo Sportello Unico (che a luglio segue un orario diverso rispetto ai mesi precedenti, ovvero dal lunedì al venerdì dalle 8,15 alle 13,30) oppure spedita mediante raccomandata A/R (anche in questo caso però dovrà effettivamente pervenire entro il 22 luglio) all’indirizzo Comune di Arezzo, Progetto per lo sviluppo delle attività economiche negli ambiti dei settori edilizia e Suap e della promozione del territorio, Piazza della Libertà 1, 52100 Arezzo oppure inviata tramite posta elettronica certificata a comune.arezzo@postacert.toscana.it

Avranno priorità nell’assegnazione le istanze di contributo relative a interventi edilizi già realizzati e completati alla data di presentazione della domanda. Per tali opere dovranno essere adeguatamente documentati il titolo edilizio rilasciato, la data di inizio dei lavori, la data di fine lavori e la data di deposito dell’attestazione di agibilità. Vanno allegati anche il computo metrico consuntivo delle opere realizzate per le quali è richiesto il contributo e le fatture relative.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento