Attualità

Il consiglio provinciale approva in via definitiva il bilancio triennale

Approvato in via definitiva dal consiglio provinciale il bilancio di previsione 2018/2020 che ha avuto ieri anche il parere favorevole dall'assemblea dei sindaci. Quest’anno l’approvazione avviene ad aprile e prevede una forma triennale oltre...

roberto-vasai-consiglio-privinciale2

Approvato in via definitiva dal consiglio provinciale il bilancio di previsione 2018/2020 che ha avuto ieri anche il parere favorevole dall'assemblea dei sindaci.

Quest'anno l'approvazione avviene ad aprile e prevede una forma triennale oltre al piano degli investimenti.

L'equilibrio economico-finanziario del bilancio avviene alla applicazione dell'avanzo libero e all'alienazione di immobili. Pertanto un atto programmatico in pieno equilibrio finanziario, sia per la parte corrente che per quella in conto capitale e rispetta il saldo di finanza pubblica. La manovra finanziaria dell'Ente è pari a 82 milioni e 895.744,24 euro ed ha avuto il parere favorevole del Collegio dei Revisori. L'approvazione è avvenuta oggi 18 aprile 2018, nella Sala dei Grandi, con otto voti favorevoli ed un voto contrario.

In sintesi il presidente Roberto Vasai, ha illustrato brevemente i programmi di bilancio, partendo dall'edilizia scolastica, e sottolineando che i numerosi interventi realizzati, e in corso di realizzazione, hanno dato risposta alle esigenze prioritarie risolvendo le situazioni più difficili.

"Gli interventi da realizzare, saranno finalizzati non solo ad un potenziamento delle strutture scolastiche, con l'obiettivo di considerare la Scuola come un sistema integrato, attraverso un uso programmato delle strutture, ma anche ad interventi di miglioramento ed adeguamento sismico di alcuni complessi edilizi che si trovano in zone di maggior rischio".

Per il triennio 2018-19-20 sono infatti programmati interventi per circa 18 milioni di euro di cui 5,5 da garantire con risorse di Bilancio dell'Ente tramite alienazioni di immobili, o altra forma di finanziamento. Passando al settore viabilità il presidente Vasai ha affermato: "finalmente grazie ai contributi statali in attuazione alla Legge di Bilancio, è stato possibile inserire alcuni interventi di risanamento e consolidamento finalizzati al miglioramento della sicurezza stradale e le risorse sono state distribuite in termini di chilometri di strada tra i rispettivi reparti. Le nostre strade sono in buono stato grazie al grande lavoro portato avanti dai cantonieri ed agli uffici, in quanto negli anni passati i capitoli erano azzerati; quest'anno possiamo finalmente intravedere qualche cifra, seppur ancora per interventi limitati".

Saranno destinati 285.000 euro, sia per la rete viaria del reparto Valdarno-Arezzo e sia per la rete viaria del reparto Valdichiana-Arezzo; mentre per le reti viarie del reparto Valtiberina, e per quella del reparto Casentino, andrà rispettivamente un importo complessivo di 190.000 euro.

Inoltre, sono stati messi in programma alcuni interventi puntuali finalizzati sempre al mantenimento di una minima sicurezza della percorribilità e finanziati con proventi da alienazioni o altra forma di finanziamento che sono i lavori di recupero strutturale del Ponte su Allacciante di Sinistra, lungo la S.P. n. 27 di Castroncello-Brolio per ?. 300.000, e quelli per il recupero del cedimento della piattaforma stradale sulla S.P. 67 di Camaldoli, in Località Serravalle, per ?. 140.000.

Per la manutenzione ordinaria e minuta delle strade provinciali e regionali sono stati programmati una serie di interventi minimali di manutenzione straordinaria e ordinaria per risolvere situazioni di criticità dei manti stradali e della segnaletica quali il Servizio di sfalcio erba nelle strade in gestione e in proprietà della Provincia di Arezzo e il rinnovo del servizio di spalatura neve e spargitura sale lungo le strade di competenza provinciale distinto su 36 lotti.

"Saremo al lavoro, anche sulla manutenzione e gestione delle vie verdi, Sentiero della Bonifica e dei Principes Etruschi, per sfalcio erba, sistemazione del manto di usura, ricopertura di buche, regimazione delle acque - ha concluso Vasai parlando di viabilità".

In materia di Protezione Civile si pone come obiettivo quello di attuare le attività di aggiornamento del quadro dei rischi presenti sul territorio, degli strumenti di pianificazione e della gestione delle emergenze attraverso il corretto funzionamento del Centro situazione e della Sala Operativa Provinciale, oltre al proseguimento dei progetti di informazione alla popolazione, della formazione e l'addestramento del personale e l'importantissima attività con il Volontariato, compresa la collaborazione nelle azioni del XIV Ponte della Solidarietà - Progetto Visso Vive. Intenso anche il lavoro per la programmazione della rete scolastica e dell'offerta formativa.

"Tra le tante azioni voglio citare il diritto allo studio, il trasporto disabili e la complessa organizzazione del sistema delle palestre; ma anche il progetto di alternanza Scuola-Lavoro, che ha dato risultati positivi sia per i ragazzi che per gli Uffici ospitanti - ha continuato Vasai."

Confermati i progetti portati avanti dal Centro Pari Opportunità - Controllo dei Fenomeni Discriminatori, che promuove una cultura di genere e di rispetto delle differenze contro ogni tipo di discriminazione. Il Centro coordina anche, a livello territoriale, le politiche a contrasto della violenza di genere e della tratta. Approvati inoltre, sempre con otto voti favorevoli ed uno contrario, il programma triennale delle opere pubbliche 2018/2020, il documento unico di programmazione 18/20, e lo schema di convenzione tra la Regione Toscana e la Provincia di Arezzo per lo svolgimento dei compiti di Polizia Provinciale nell'ambito delle materie oggetto di riordino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consiglio provinciale approva in via definitiva il bilancio triennale

ArezzoNotizie è in caricamento