Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità

Giostra, Ghinelli: "Così abbiamo ridato ossigeno ai quartieri". Il resoconto in consiglio comunale

Il sindaco Alessandro Ghinelli di fronte all'ssise, spiegando come i timori del mondo della Giostra si fossero fatti palpabili negli ultimi mesi di pandemia e quali precauzioni sono state prese per l'evento

Alessandro Ghinelli (foto d'archivio)

Ha preso la parola nel primo consiglio comunale post Giostra per rispondere alle polemiche e per spiegare perché questa edizione - dopo due anni di "digiuno" - è stata così fortemente voluta dall'amministrazione.

“Abbiamo voluto con determinazione far correre questa edizione facendoci interpreti della volontà dei Quartieri e dei loro Rettori, preoccupati della possibilità di un sentimento crescente di disaffezione e disinteresse nei confronti della Giostra". Così ha esordito il sindaco Alessandro Ghinelli di fronte all'ssise, spiegando come i timori del mondo della Giostra si fossero fatti palpabili negli ultimi mesi di pandemia.

"Lo stop di due anni ha senza dubbio condizionato la vita stessa dei Quartieri, divenuti oggi parte importante del nostro “sistema città”, non solo perché custodi e comunicatori privilegiati di una tradizione fortemente identitaria per Arezzo, ma anche ormai presìdi riconosciuti del territorio e elementi di aggregazione soprattutto per i più giovani. Aver corso Giostra ha rappresentato senza dubbio una boccata di ossigeno, per questo mondo e per la città tutta che si è ritrovata intorno alla sua manifestazione più popolare. Questo è il motivo principale per cui è stata voluta e decisa questa Giostra".

Poi è entrato nel merito della questione sicurezza, tema caldissimo sia prima che dopo l'evento.

"Non abbiamo mai pensato di non assumerci la responsabilità di questa scelta e abbiamo condiviso ogni decisione riguardo la sicurezza, sia generale che sanitaria, con Prefettura e Questura. Quanto successo è stato senz’altro un momento critico che ci auguriamo non abbia conseguenze: lo potremo verificare tra qualche giorno, sperando di non assistere all’aumento importante di positivi che molti temono”.

Un intervento nel quale il primo cittadino ha ricordato anche la lunga serie di incontri che hanno preceduto la manifestazione, "nel corso dei quali è maturata la convinzione che si potesse correr Giostra, pur se nel rispetto di particolari condizioni".

Gli incontri che hanno portato a "correr Giostra"

La decisione è stata presa dalla Consulta dei Quartieri il 9 giugno scorso, data a cui ha fatto seguito il 6 luglio una riunione informale con i Rettori nella quale sono state confermate le condizioni in cui la Giostra si sarebbe svolta: si è trattato di un incontro propedeutico a quello dell’8 luglio in Prefettura al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, presenti Prefetto, Questore, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Asl, e tutti i soggetti con competenza in merito di sicurezza. In quella sede sono state poste con certezza, e condivise, le basi dei criteri sicurezza da adottare per lo svolgimento della Giostra. Ne è seguito il 26 luglio un tavolo tecnico con l’azienda sanitaria per la definizione della metodica per la vaccinazione dei soggetti protagonisti della manifestazione, e il 29 luglio ancora un incontro con la Prefettura per verificare le norme di sicurezza generale. Ne è seguito un doppio incontro il 24 agosto, uno con Asl per un riepilogo generale delle norme e predisposizioni sanitarie necessarie, e un altro con Asl e Prefettura.

L'elenco delle misure per contenere la pandemia

Per quanto riguarda le misure anticovid messe in atto, ecco l'elenco dettagliato, riferito ad ogni singolo appuntamento della settimana della Giostra, comunicato dal Sindaco, che comprende l'applicazione puntuale delle norme di sicurezza e prevenzione previste: dall'obbligatorietà di greenpass, al distanziamento, al corretto uso di mascherine, alla registrazione per tracciamento, all'igienizzazione e sanificazione di locali e tribune, alla costante vigilanza.

Misure di prevenzione generali valide per tutte le cerimonie collegate alla Giostra:

- tutti i figuranti in possesso del GreenPass.

-predisposizione in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale di giornate dedicate alla vaccinazione dei figuranti (29/30 luglio e 21 agosto). Sono stati vaccinate circa 90 persone tra coloro che non avevano ancora ricevuto alcuna dose e coloro a cui è stata anticipata la seconda dose.

- tutto il personale comunale coinvolto nelle manifestazioni in possesso del Green Pass, così come tutto il personale esterno delle ditte che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento.

- registrazione delle presenze per il tracciamento di tutte le persone coinvolte (figuranti e personale interno ed esterno)

Cerimonia della estrazione delle carriere del 29 agosto

- prima e dopo l’evento, sanificazione e igienizzazione locali comunali, delle sedi dei quartieri e della sede dei musici dove i figuranti si cambiano;

- prima e dopo l’evento, sanificazione e igienizzazione dei costumi;

- per il pubblico riservata la sola scalinata del Duomo, con rispetto della distanza e obbligo di mascherina correttamente indossata;

- presenza di n.6 addetti alla sicurezza e vigilanza;

- rispetto delle capienze massime stabilite attraverso l’utilizzo del contapersone;

- più volte sono state fornite indicazioni al microfono sulle corrette modalità anti-contagio per assistere alla cerimonia;

- al termine della cerimonia l’accesso al Duomo è stato consentito ai soli figuranti;

- per tutta la durata dell’evento è stato mantenuto il distanziamento tra il pubblico e i figuranti.


Prove dei giostratori (dal 30 agosto al 4 settembre):

- Il pubblico ha potuto assistere alle prove dei giostratori esclusivamente seduti dalla tribuna A.

- Il pubblico ha potuto accedere esclusivamente esibendo Green Pass valido.

- registrazione delle presenze per il tracciamento di tutto il pubblico.

- Il pubblico ha potuto assistere esclusivamente distanziato (comprese le persone dello stesso nucleo familiare) e obbligatoriamente con mascherina correttamente indossata.

- Sono stati applicati adesivi “Non sederti qui” per guidare il corretto distanziamento sociale.

- Rispetto delle capienze massime stabilite attraverso l’utilizzo del contapersone.

- Presenza di cartellonistica con le indicazioni inerenti alle misure anti-contagio.

- Presenza di colonne con gel igienizzante all’ingresso della tribuna.

- Presenza di n.22 addetti alla sicurezza e vigilanza del corretto rispetto delle misure Anti-contagio.

- Quotidiana sanificazione e igienizzate tutte le tribune.

Prova Generale

- Il pubblico ha potuto accedere esclusivamente esibendo GreenPass valido.

- Per evitare code troppo lunghe all’ingresso sono state prese le seguenti contromisure:

a) Mantenimento di tutti i varchi di accesso anche se la capienza totale era molto inferiore rispetto al solito.

b) Doppia fila di accesso (anziché una) ad ogni ingresso.

c) Possibilità di accedere con il braccialetto salta-fila recandosi, nelle ore immediatamente precedenti all’evento, in uno dei due presidi dove è stata controllata la validità del GreenPass e applicato sul momento dal personale il Braccialetto della Prova Generale (non rimovibile e di colore blu). Impossibile ritirare braccialetti per conto di terzi.

Braccialetti "saltafila" applicati

Presidio Prova Generale

Polizia Municipale 276

Via Bicchieraia 95

Totale Braccialetti 371

- biglietto della Prova Generale nominativo e registrazione delle presenze per il tracciamento di tutto il pubblico.

- Il pubblico poteva assistere alla prova generale dei giostratori esclusivamente seduto sulle tribune (sono stati eliminati tutti i posti in piedi).

- Il pubblico poteva assistere correttamente distanziato (comprese le persone dello stesso nucleo familiare) e obbligatoriamente con mascherina indossata.

- Sono stati applicati adesivi “NON SEDERTI QUI” per guidare il corretto distanziamento sociale.

- Presenza di cartellonistica con le indicazioni inerenti alle misure anti-contagio.

- Presenza di colonne con gel igienizzante all’ingresso delle tribune.

- Presenza di n.41 addetti alla sicurezza e vigilanza del corretto rispetto delle misure Anti-contagio.

- n.16 hostess guidavano il pubblico a sedersi nel loro posto numerato e assegnato.

- Igienizzazione sanificazione di tutte le tribune.

- Igienizzazione e sanificazione dei bagni chimici ogni 5 utilizzi.

- Sono state fornite indicazioni al microfono sulle corrette modalità anti-contagio per assistere alla cerimonia.


Cerimonia investitura dei giostratori e bollatura dei cavalli (4 settembre):

- sanificazione e igienizzazione locali comunali, delle sedi dei quartieri e della sede dei musici dove i figuranti si cambiano. (dopo l’evento).

- sanificazione e igienizzazione dei costumi (dopo l’evento).

- il pubblico ha potuto assistere alla cerimonia obbligatoriamente con mascherina correttamente indossata.

- Presenza di n.3 addetti alla sicurezza e vigilanza del corretto rispetto delle misure Anti-contagio.

- Per tutta la durata dell’evento è stato mantenuto il distanziamento tra il pubblico e i figuranti.


Bandi dell’Araldo (5 settembre):

- il pubblico poteva assistere al Bando obbligatoriamente con mascherina correttamente indossata.

- presenza di n.8 addetti alla sicurezza e vigilanza del corretto rispetto delle misure Anti-contagio.

- Per tutta la durata dell’evento è stato mantenuto il distanziamento tra il pubblico e i figuranti.

Corteo

- il pubblico ha potuto assistere al Corteo obbligatoriamente con mascherina correttamente indossata.

- presenza di n.48 addetti alla sicurezza e vigilanza del corretto rispetto delle misure Anti-contagio.

- Corso Italia è stato considerato un punto sensibile e pertanto è stato reso inaccessibile al pubblico. E’ stata inoltre emessa una ordinanza sindacale per la chiusura dei negozi presenti lungo il percorso.

- Per tutta la durata dell’evento è stato mantenuto il distanziamento tra il pubblico e i figuranti.

Giostra del Saracino

- Il pubblico ha potuto accedere esclusivamente esibendo Green Pass valido.

- Per evitare code troppo lunghe all’ingresso sono state prese le seguenti contromisure:

a) Mantenimento di tutti i varchi di accesso anche se la capienza totale era molto inferiore rispetto al solito.

b) Doppia fila di accesso (anziché una) ad ogni ingresso.

c) Possibilità di accedere con il braccialetto salta-fila recandosi, nelle ore immediatamente precedenti all’evento, in uno dei due presidi dove è stata controllata la validità del Green Pass e applicato sul momento dal personale il Braccialetto della Giostra (non rimovibile e di colore verde). Impossibile ritirare braccialetti per conto di terzi.

Braccialetti applicati

Polizia Municipale 640

Via Bicchieraia 142

Totale Braccialetti 782

- Il biglietto della Giostra del Saracino era nominativo e il posto numerato e sono state registrate le presenze per il tracciamento di tutto il pubblico.

- Il pubblico ha potuto assistere alla prova generale dei giostratori esclusivamente seduto sulle tribune. (sono stati eliminati tutti i posti in piedi).

- Il pubblico ha potuto assistere correttamente distanziato (comprese le persone dello stesso nucleo familiare) e obbligatoriamente con mascherina indossata.

- Sono stati applicati adesivi “NON SEDERTI QUI” per guidare il corretto distanziamento sociale.

- Era presente cartellonistica con le indicazioni inerenti alle misure anti-contagio.

- Erano presenti colonne con gel igienizzante all’ingresso delle tribune.

- Erano presenti n.52 addetti alla sicurezza e vigilanza del corretto rispetto delle misure Anti-contagio.

- n.16 hostess hanno guidato il pubblico a sedersi nel loro posto numerato e assegnato.

- Poco prima dell’evento sono state sanificazione e igienizzate tutte le tribune.

- Igienizzazione e sanificazione dei bagni chimici ogni 5 utilizzi.

- Sono state fornite indicazioni al microfono sulle corrette modalità anti-contagio per assistere alla cerimonia.

- sanificazione e igienizzazione locali comunali, delle sedi dei quartieri e della sede dei musici dove i figuranti si cambiano. (dopo l’evento).

- sanificazione e igienizzazione dei costumi (dopo l’evento).

- Al termine della Giostra il pubblico in tribuna non ha potuto accedere alla Piazza con i vincitori.

- Per tutta la durata dell’evento è stato mantenuto il distanziamento tra il pubblico e i figuranti.

Infine, oltre ai 52 addetti alla sicurezza di una ditta privata in piazza erano presidenti circa 60 vigili urbani, 43 appositamente comandati a questo, 1 ufficiale e 6 motociclisti come scorta del corteo che si è diretto in Duomo per il Te Deum. Oltre 100 addetti quindi si sono occupati della sicurezza in maniera corretta ed efficace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giostra, Ghinelli: "Così abbiamo ridato ossigeno ai quartieri". Il resoconto in consiglio comunale

ArezzoNotizie è in caricamento