rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Attualità

Comunità energetiche, c'è la legge regionale, 20 milioni per sostenerle. Ceccarelli: "Grande opportunità"

Ceccarelli e Bugetti (Pd): “Una grande opportunità per famiglie, aziende e per l’ambiente”

Pochi le conoscono e sanno come funzionano. Le Comunità energetiche, invece, potrebbero rappresentare un’occasione fondamentale per tagliare i costi della bolletta di famiglie ed imprese e, al tempo stesso, contribuire a produrre energia da fonti rinnovabili. Per questi motivi, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità una nuova legge: “Promozione e sostegno delle Comunità energetiche” che nasce dall’unificazione dei tre diverse proposte, tra cui quella del gruppo Pd, primo firmatario Vincenzo Ceccarelli, presentata in aula dalla presidente della commissione Sviluppo economico, Ilaria Bugetti, che ha guidato il percorso di unificazione delle proposte in commissione.

«Sono felice che questa legge sia stata approvata con voto unanime –  commenta il capogruppo Pd Ceccarelli – Le Comunità energetiche possono essere un'azione concreta, immediata ed efficace per dare una risposta al costo dell'energia, nel segno della transizione ecologica verso fonti rinnovabili. Sono soluzioni percorribili subito, a cui possono partecipare cittadini, famiglie, associazioni, imprese ed enti pubblici. Per l'ambiente e per ridurre gli insostenibili costi dell'energia».

«Le comunità energetiche in particolare in questo momento di grave difficoltà per il caro-bollette, – spiega la presidente della commissione Bugetti – rappresentano una grande opportunità. Per questo sono molto soddisfatta per il lavoro fatto in commissione, che ha visto l’approvazione di un testo che giudico molto positivo, come il voto unanime che ne è conseguito poi confermato in aula. Con queste nuove norme, vogliamo dare ulteriore impulso alla promozione delle Comunità energetiche, strumenti fondamentali per la creazione di nuovi modelli di economia ecologica basati sull’autoproduzione, la possibilità di accumulare e scambiarsi energia generata da fonti rinnovabili. Come pure mettiamo le basi per una cultura delle comunità energetiche, mediante anche meccanismi di formazione. Per l’attribuzione dei benefici regionali, prevediamo criteri di priorità per interventi a carattere sociale, volti a contrastare la povertà energetica e a sostenere l’inclusione dei soggetti economicamente svantaggiati nonché alla presenza, tra coloro che compongono la Comunità energetica, di enti del terzo settore ed enti proprietari e di gestione di alloggi di edilizia residenziale pubblica o sociale. La nuova legge sarà di supporto anche alla giunta regionale, e potrà beneficiarie in prospettiva di finanziamenti per 20 milioni derivanti dai fondi strutturali europei, oltre alle risorse destinate dal Pnrr ai Comuni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunità energetiche, c'è la legge regionale, 20 milioni per sostenerle. Ceccarelli: "Grande opportunità"

ArezzoNotizie è in caricamento