La "Comunità del cibo della Valdichiana" con i consorzi di tutela dei prodotti e le strade del vino

Si è svolto questa mattina in modalità telematica il primo tavolo di concertazione

Si è svolto questa mattina in modalità telematica il primo tavolo di concertazione tra la Comunità del cibo della Valdichiana con i consorzi di tutela dei prodotti e con le strade del vino.

La Comunità del Cibo, lo ricordiamo, è uno strumento di tutela, valorizzazione e progettazione delle identità rurali previsto dalla legge n.194 del 2015. Quella della Valdichiana, presieduta da Ginetta Menchetti, sindaco di Civitella in Val di Chiana, è stata istituita dai quattordici comuni della vallata assieme alle associazioni economiche di categoria, al Collegio dei Periti Agrari interprovinciale ed alla Camera di Commercio di Arezzo-Siena che ha assunto il ruolo di soggetto coordinatore.

L’ambito agisce in armonia con il distretto rurale della Toscana del sud, costituito con il decreto regionale 281 del 2018, operando per favorire la promozione delle eccellenze locali, dell’agro-biodiversità, della filiera corta e per la tutela e la valorizzazione del paesaggio anche attraverso il potenziamento della logistica, del marketing territoriale e della comunicazione.

Quello di questa mattina è stato un incontro partecipato e particolarmente proficuo che ha consentito la raccolta di idee e proposte, avanzate dai consorzi e dalle strade del vino della Valdichiana aretina e senese utili ad una più precisa individuazione degli ambiti di intervento della Comunità.

Sollecitazioni e proposte di intervento accomunate dall’obbiettivo di valorizzare le caratteristiche uniche delle produzioni della vallata che si caratterizza proprio per la sua forte connotazione di identità rurale, fatta di eccellenze enogastronomiche e di cultura del territorio e del paesaggio tipico.

Quest’ultimo aspetto ha peraltro avuto anche un interessante riconoscimento nazionale: è stato infatti approvato proprio due giorni fa dal Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova, il decreto ministeriale con il quale il Paesaggio Rurale “Bonifica Leopoldina in Valdichiana” viene ad essere iscritto nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici. Un risultato importante, estremamente apprezzato da tutti i partecipanti all’incontro, che formalizza e riconosce la particolarità storica e l’integrità paesaggistica-ambientale dell’area.

La prossima settimana è in programma l’incontro con i Gal, i Consorzi di bonifica e le associazioni di categoria.

E' comunque possibile, per aziende ed associazioni interessate, dare il proprio contributo di idee e di proposte aderendo alla Comunità. I moduli di iscrizione sono reperibili nei siti istituzionali dei comuni ed in quello della Camera di Commercio di Arezzo-Siena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento