Gli "angeli custodi" dei sentieri di montagna: come diventare operatore Cai

Ogni socio può contribuire alla cura dei sentieri, aiutare a mantenere in efficienza la rete escursionistica, seguendo e rispettando i segnali

"Anche tu puoi diventare operatore dei sentieri". L’appello è quello lanciato dal Club alpino italiano che ha ripreso l’attività escursionistica con una gita in notturna alla Croce del Pratomagno ma che non ha mai interrotto quella di manutenzione dei sentieri dell’area aretina, un servizio volontario socialmente utile e un’occasione per conoscere il patrimonio naturale del territorio. Prevede sopralluoghi e il ripristino della tradizionale segnaletica bianco e rossa e che ogni anno si prende cura di duemila chilometri di percorsi. Una attività aperta ai volontari. Tutti, infatti, possono diventare «operatore dei sentieri». E’ uno dei fiori all’occhiello della sezione aretina del Cai non solo perché senza questa attività sarebbe difficile fare trekking, ma perché ha alle spalle la mappatura completa del territorio.

Grazie al Cai infatti sono state pubblicate le carte dei sentieri e l’ultima arrivata è quella dedicata alla Valtiberina. Ogni socio può contribuire alla cura dei sentieri, aiutare a mantenere in efficienza la rete escursionistica, seguendo e rispettando i segnali, evitando scorciatoie, informando le sezioni del Cai e i gestori dei rifugi di danni o mancanze sui percorsi. I sentieri affidati al Cai coprono circa 1600 chilometri; con la sottosezione di Stia, la sezione del Valdarno superiore e quella di Sansepolcro arrivano a oltre duemila.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli operatori, muniti di vernice bianca e rossa, pennelli, spazzola di ferro, roncola, seghetto e talvolta di falcione, ripuliscono i percorsi dalla vegetazione, ripassano i segni rinumerando il sentiero, aggiornano le carte topografiche. Informazioni allo 0575 360326 o alla posta elettronica sezione@caiarezzo.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento