Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Civitella in Val di Chiana

Civitella aumenta la raccolta differenziata. Dal Comune: "Ottimi risultati"

Il comune di Civitella in Val di Chiana risulta avere la più alta percentuale di raccolta differenziata tra i Comuni dell’ATO Toscana Sud che comprende le province di Arezzo Siena e Grosseto e alcuni comuni della provincia di Livorno. "Tutto ciò...

raccolta differenziata 2

Il comune di Civitella in Val di Chiana risulta avere la più alta percentuale di raccolta differenziata tra i Comuni dell’ATO Toscana Sud che comprende le province di Arezzo Siena e Grosseto e alcuni comuni della provincia di Livorno.

"Tutto ciò - fanno sapere dall'amministrazione civitellina - è stato possibile grazie alla trasformazione del servizio, avvenuta nel marzo del 2016, che è passato da un sistema a cassonetto stradale a un sistema misto di raccolta porta a porta e postazioni di prossimità. L’obiettivo non sarebbe stato raggiunto senza la collaborazione di cittadini ed imprese del territorio".

Così nel territorio la percentuale di raccolta differenziata è passata dal 31.7% del 2015 al 69.5% del 2017 sfiorando il traguardo del 70% imposto dalla Regione Toscana.

"Obiettivo - proseguono dal comune - che sarà senz’altro raggiunto nel 2018, anno per il quale i dati provvisori mostrano una percentuale di raccolta differenziata superiore al 71%. I costi sostenuti dal Comune per la gestione complessiva della raccolta-trattamento dei rifiuti e dello spazzamento stradale sono integralmente ribaltati alla cittadinanza. L’aumento del costo per il servizio di raccolta porta a porta è stato ampiamente compensato dal minor costo del trattamento dei rifiuti, in particolare dovuto alla diminuzione di produzione della quantità di rifiuto indifferenziato. Ciò ha comportato una minor spesa complessiva a carico dell’Amministrazione e quindi dei contribuenti, ovvero una diminuzione della TARI a carico dei cittadini e delle imprese sul territorio. Se si confronta la TARI dell’anno 2016 con quella dell’anno 2018 si osserva una riduzione media per le utenze domestiche del 12 % e dell’ 8% per quelle non domestiche".

L’amministrazione ha intenzione di continuare la strada intrapresa con l’ottimizzazione del servizio ed il raggiungimento di un maggior decoro urbano. A breve verranno distribuiti i mastelli (sostitutivi del sacchetto per il rifiuto indifferenziato) dotati di tecnologia di riconoscimento dell’utenza RFID e nei primi mesi del 2019 verranno installati i cassonetti per sfalci e potature tutti ad accesso controllato.

"Con tale procedura si potrà sperimentare già dall’anno 2019 la misurazione della quantità di rifiuto indifferenziato prodotto dalla singola utenza - fanno sapere dall'amministrazione comunale - Ciò consentirà di passare prima possibile alla tariffa puntuale, cioè ad una tariffa in cui in una parte sarà proporzionale alla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti dalla singola utenza, incentivando così ciascuno a minimizzare i propri scarti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitella aumenta la raccolta differenziata. Dal Comune: "Ottimi risultati"

ArezzoNotizie è in caricamento