Martedì, 18 Maggio 2021
Attualità

Città del Natale, le donazioni degli imprenditori aretini sono ferme. Comanducci sbotta: "E' sconfortante"

Il presidente della Fondazione InTour che promuove la manifestazione: "E' inutile fare il record di visitatori, se poi veniamo ripagati con 340 euro raccolti nel mese di dicembre"

Il crowdfunding di Arezzo Città del Natale non va come dovrebbe. Oggi il presidente della Fondazione InTour che la promuove, Marcello Comanducci, si è sfogato sui social. "Questa mattina ho disattivato il report automatico che mi arriva tutti i giorni in e-mail dal software della raccolta fondi della Città del Natale. Scusate ma mi si chiude lo stomaco ogni volta a vedere quello "zero" grosso nel mezzo. E pensare che dicembre è stato il mese durante il quale abbiamo battuto tutti i record di arrivi nella nostra città e siamo stati ricambiati con "ben" 340 euro. Purtroppo siamo molto lontani dal target e tra poco il cda della Fondazione dovrà prendere una decisione per l'edizione 2020, speriamo bene", ha concluso.

Città del Natale: nuovo record

La polemica non è nuova, già prima dell'avvio della manifestazione, Comanducci aveva spronato le attività commerciali aretine a sostenere la Città del Natale, contenitore che pure sta sta facendo registrare numeri record in questa edizione.

"Aretini, donate di più per la Città del Natale"

L'iniziativa del crowdfunding era stata lanciata lo scorso settembre, con grandi aspettative. Al momento il "raccolto" è fermo a circa 47mila euro, meno della metà dell'obiettivo dichiarato di 100mila euro, necessario per un'adeguata programmazione in vista dell'edizione 2020.

Ascom: "Natale 2020? Anche eventi culturali"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città del Natale, le donazioni degli imprenditori aretini sono ferme. Comanducci sbotta: "E' sconfortante"

ArezzoNotizie è in caricamento