Il cielo di maggio sopra Arezzo: stelle e costellazioni raccontante dagli astrofili

Il Nuovo Gruppo Astrofili Arezzo ogni mese racconterà il cielo sopra la città

Figura 1: Cielo notte del 15 Maggio da Arezzo

Il cielo di Maggio è dominato dalle costellazioni primaverili Boote, Leone e Vergine introdotte nel mese di Aprile, mentre delle costellazioni invernali rimangono solo le ultime propaggini dei Gemelli, Auriga  e nella prima parte del mese il Cane Minore, ormai declinate ad ovest e prossime al tramonto.

Ad est lo Scorpione e l’impronta della Via Lattea preannunciano l’avvicinarsi del periodo estivo e l’arrivo delle costellazioni del Cigno e dell’Aquila che domineranno il cielo dei prossimi mesi.

Arezzo raccontata attraverso le costellazioni: ecco il cielo di aprile

L’osservazione dei pianeti vede il ritorno prepotente del gigante Giove che durante Maggio aumenterà il  diametro apparente ed anticiperà la levata fino alle prime ore della serata a fine mese, rendendo agevole l’osservazione. Giove sarà protagonista di Giugno, quando in opposizione rispetto al Sole, sarà in condizioni ottimali per l’osservazione.

Con l’avvicinarsi del solstizio in Maggio il Sole si avvicinerà sempre più alle massime declinazioni guadagnando 7° sulla massima altezza al passaggio del meridiano (ore 13:07) e con un guadagno di circa 1h8m di luce nel corso del mese:

  • 1 maggio - durata del giorno: 14h 8m
  • 31 maggio – durata del giorno: 15h 10m

In maggio verso sud, alte in cielo, culminano le costellazioni primaverili che abbiamo visto verso Est nel mese di aprile. 

Schermata 2019-04-30 alle 12.22.51-2

Partendo da sinistra vediamo la costellazione della Corona Boreale, le cui stelle formano un arco semicircolare e le 3 costellazioni regine del cielo primaverile Boote, Vergine e Leone.

Denebola (nel Leone), Arturo (nel Boote) e Spica (nella Vergine) formano l’asterismo del Triangolo Primaverile (in rosso nell’immagine) ormai alto a dominare il cielo del mese.

Una delle tante galassie presenti dell’ammasso della Vergine è stata protagonista di una delle scoperte più importanti del nostro secolo: la prima immagine di un buco nero. Virgo A - M87 è una galassia ellittica gigante a 56 milioni di anni luce dalla Terra al cui centro è presente l’ormai famoso buco nero la cui immagine è stata pubblicata da tutti i media lo scorso 10 aprile 2019.

Schermata 2019-04-30 alle 12.29.34-2

Schermata 2019-04-30 alle 12.31.03-2Ad Ovest troviamo le ultime propaggini delle costellazioni che hanno caratterizzato il cielo invernale, ormai basse sull’orizzonte e vicine al tramonto.

La grande costellazione di Orione che ha dominato i mesi invernali ha ormai lasciato il cielo e la brillante Betelgeuse è molto bassa e ormai difficile da scorgere. 

Basse sull’orizzonte le costellazioni del Cane Minore con la brillante Procione, l’inconfondibile costellazione dei Gemelli caratterizzata dalla copia di stelle Castore e Polluce ed infine la forma a pentagono della costellazione dell’Auriga il cui vertice nord-occidentale è formato dalla brillante stella Capella.

Ad Est il cielo assume le forme dell’estate con le costellazioni che domineranno i prossimi mesi. A Sud-Est si inizia a scorgere il disco della Via Lattea ricco di nebulosità che potremo osservare e fotografare durante i mesi estivi.
Schermata 2019-04-30 alle 12.33.33-2

Le costellazioni basse nel mese di Aprile sono ormai alte in cielo:

Dragone riconoscibile dal quadrilatero della testa con 4 stelle di media luminosità

Ercole con il quadrilatero centrale rappresentazione del corpo dell’eroe greco, noto come Chiave di Volta nel cui lato occidentale si trova il bellissimo ammasso globulare M13, il più brillante dell’emisfero boreale visibile anche ad occhio nudo o con un piccolo cannocchiale da cieli bui

Lira, piccola costellazione riconoscibile dalla brillante Vega, stella bianca con magnitudine apparente 0 e 2 volte la massa solare facile da individuare, che ci guiderà per tutto il periodo estivo

A Sud-Est si inizia a scorgere la rossa Antares, supergigante rossa che con una dimensione pari a 850 volte la dimensione del nostro Sole è una delle stelle più grandi conosciute. Antares è situata nella parte settentrionale dello Scorpione, la cui visibilità aumenterà decisamente nei prossimi mesi. 

Bassa sull’orizzonte ad Est si inizia a scorgere la costellazione dell’Aquila e la brillante Altair, stella bianca di magnitudine 0,77 che distando circa 17 anni luce è una delle stelle più vicine alla Terra.

A nord dell’Aquila è ormai visibile la costellazione del Cigno, una delle più imponenti costellazioni estive, nella cui coda brilla Deneb, il cui nome deriva dall’espressione Araba Dhaneb che significa appunto coda.

Vega (Lira), Altair (Aquila) e Deneb (Cigno) formano l’asterismo del Triangolo Estivo che pian piano sostituirà sopra le nostre test il Triangolo Primaverile e ci porterà nell’estate. 

Principali eventi di maggio

Maggio vedrà il passaggio ravvicinato dell’asteroide 66391 – 1999 kW4 scoperto nel 1999 del diametro di 1,3km e classificato come asteroide prossimo alla Terra potenzialmente pericolo. 

L’asteroide è accompagnato da un satellite che ha un diametro di 0,5km e ruota intorno al corpo primario in circa 17h.

Il 25 maggio l’asteroide sarà a circa 4,5 milioni di km dalla Terra e raggiungerà una magnitudine di 12,5.

Il 27 e 28 maggio poco dopo il tramonto transiterà a Sud-Ovest basso nella costellazione dell’Idra e sarà visibile anche con piccoli strumenti:

  • 27 maggio ore 22:30: 231°37’ S – Alt 17°27’
  • 28 maggio ore 22:30: 229°49’S – Alt 28°33’

2 Maggio ore 5:40am

Congiunzione larga Luna – Venere. Poco prima dell’alba bassa all’orizzonte a Est sarà possibile osservare una sottile falce di Luna (8%) a 6° circa da Venere

6, 7, 8 Maggio ore 9:15pm

Nei giorni 6,7 e 8 maggio una sottile falce di Luna transiterà all’interno della V delle Iadi nella costellazione del Toro verso Nord-Ovest:

  • 6 Maggio: congiunzione con Aldebaran di circa 3°
  • 7 Maggio: congiunzione con Marte di circa 5°
  • 8 Maggio: luna cinerea nelle vicinanze di Marte e Betelgeuse 

20 Maggio ore 10:45pm

Congiunzione stretta Luna-Giove di poco meno di 3° verso Sud-Est non distanti da Antares nello Scorpione. I due corpi saranno bassi sull’orizzonte e per l’osservazione sarà necessario un orizzonte libero. Una buona occasione per fotografie a largo campo con elementi naturali o architettonici. 

23 Maggio ore 0:32am

Nella notte tra il 22 ed il 23 maggio a partire dalle ore 0:32am la Luna sarà in stretta congiunzione con Saturno con appena 1,4° in direzione SE nei pressi del Sagittario.

I due corpi saranno prima bassi sull’orizzonte per poi alzarsi per il resto della notte offrendo un’ottima occasione per fotografare la bella congiunzione.

27 Maggio

Opposizione di Cerere, maggiore asteroide per massa e dimensioni della fascia tra Marte e Giove, che raggiungerà una magnitudine apparente di 6.8

Nella notte tra il 27 e 28 maggio sarà visibile anche con un semplice binocolo a Sud tra le costellazioni dell’Ofiuco e dello Scorpione (massima altitudine 28°54’ alle ore 1:20am)

Luna Cinerea

In maggio i giorni migliori per osservare la Luna Cinerea saranno: 

  • 7 e 8 maggio subito dopo il tramonto
  • 29 e 30 maggio subito prima dell’alba

Ricordiamo che la  luce cinerea è un fenomeno della Luna al primo e ultimo quarto, quando presenta un piccolo spicchio illuminato e la luce del sole, riflessa dalla terra, illumina tenuemente la parte in ombra. 

Le fasi lunari

Schermata 2019-04-30 alle 12.39.02-2

Nel mese di maggio il Nuovo Gruppo Astrofili di Arezzo organizza 

  • il corso annuale di astrofotografia 3 lezioni nella quali saranno fornite le tecniche base per le riprese astronomiche
  • 3 Maggio l’osservatorio astronomico ANSA di Grosseto in collaborazione con il Nuovo Gruppo Astrofili di Arezzo presenta la conferenza “Onde gravitazionali ed interferometria: i metodi di studio dei buchi neri” a cura di Marco Mazzoni alle ore 21:30 presso l’osservatorio AMSA di Casette di Mota – Roselle – Grosseto. Ritrovo ore 19.15 parcheggio Toys in via Romana, Arezzo
  • 4 Maggio ore 17.00 presso la libreria Mondadori in via Roma 15 conferenza “Indagando l’universo sconosciuto” a cura di Alessandro Granelli – ingresso gratuito

Per ulteriori informazioni, domande, o solo curiosità, vi invito a contattare il Nuovo Gruppo Astrofili di Arezzo 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rubrica “Cielo del Mese” redatta da Fabio Chiodini, gruppo Astrofili di Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento