Chiusura Sp 13 di Vacchereccia, il sindaco: “Stiamo lavorando affinché la Provincia riapra presto la strada”

A seguito della chiusura della Strada Provinciale 13 di Vacchereccia, disposta dalla Provincia di Arezzo con un'ordinanza a seguito dell'incidente avvenuto nella notte tra domenica 16 e lunedì 17 agosto in Località Malpasso, il Sindaco di...

AR S.BARBARA

A seguito della chiusura della Strada Provinciale 13 di Vacchereccia, disposta dalla Provincia di Arezzo con un'ordinanza a seguito dell'incidente avvenuto nella notte tra domenica 16 e lunedì 17 agosto in Località Malpasso, il Sindaco di Cavriglia Leonardo Degl'Innocenti o Sanni è intervenuto per chiarire i vari passaggi della vicenda e per informare la cittadinanza su quali potrebbero essere i tempi per la riapertura della strada attualmente chiusa al traffico.

“Innanzitutto – ha affermato il primo cittadino – mi preme sottolineare che l'incidente è avvenuto lungo una strada provinciale e fuori dal centro abitato. In questo caso quindi la competenza è esclusivamente della Provincia di Arezzo. Se invece il sinistro fosse avvenuto in corrispondenza dell'abitato di Vacchereccia, pur restando una strada provinciale, anche il Comune di Cavriglia avrebbe avuto i margini normativi per intervenire. Cercando di ricostruire la cronistoria dei fatti, a seguito dell'incidente in cui una macchina ha urtato con un fabbricato provocando il crollo parziale dell'angolo fronte strada, i Vigili del Fuoco, dopo aver effettuato i rilevamenti del caso, visto lo stato dell'immobile danneggiato e completamente pericolante hanno segnalato la necessità della chiusura del traffico lungo la SP 13. Facendo seguito a questa comunicazione, in data 19 agosto, la Provincia di Arezzo con un'ordinanza del Presidente, per consentire la messa in sicurezza del fabbricato instabile, ha disposto la chiusura della strada fino al prossimo 7 settembre.

Contestualmente, dopo un incontro avvenuto tra i rappresentanti della Provincia, della proprietà dell'immobile, del Comune di Cavriglia e dei proprietari del veicolo incidentato, sempre la Provincia di Arezzo ha inoltrato, nella giornata di ieri, una diffida nei confronti dei proprietari dell'edificio con la quale sono stati invitati a provvedere alla messa in sicurezza dell'area a tutela della pubblica incolumità entro 10 giorni. Quindi l'intervento dovrà avvenire entro il prossimo 31 agosto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il fabbricato in questione si trova a ridosso della carreggiata e sarebbe stato impossibile per motivi di sicurezza anche installare un senso di marcia alternato e regolato da impianto semaforico durante il periodo del ripristino.

Se comunque la messa in sicurezza avvenisse nei tempi previsti, la riapertura della strada di Vacchereccia potrebbe arrivare anche prima del 7 settembre indicato dall'Ordinanza della Provincia di Arezzo.

Purtroppo ci rendiamo conto che questa fatalità abbia creato e stia creando dei disagi ad alcuni dei nostri concittadini e proprio per questo l'Amministrazione Comunale sta facendo e farà di tutto, entro i margini delle proprie competenze al riguardo, affinché le varie parti in causa facciano la loro parte consentendo la riapertura del tratto nei tempi più brevi possibili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento