Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

La chianina e l'aglione conquistano il principe di Monaco. E Agnelli dona una bistecca a Alberto II

In occasione dei festeggiamenti per il 2 giugno i sindaci della Valdichiana hanno preso parte all'evento organizzato dall'ambasciata italiana a Monaco

Alla fine anche il principe Alberto di Monaco ha ceduto alla “ciccia” di Iacomoni, ai formaggi di De' Magi e alla sublime delicatezza del sugo all’Aglione e alle leccornie della cucina aretina. Sono state le porte dello Yacht Club di Montecarlo ad aprirsi e accogliere i primi cittadini della Valdichiana che, insieme al presidente della Toscana, Eugenio Giani hanno preso parte all’evento organizzato in occasione del 2 giugno dall’ambasciata italiana nel principato di Monaco e dall’ambasciatore Giulio Alaimo.

“È stato un bel momento - ha commentato il presidente Giani - L’incontro è stato partecipato ha dato lustro alla Valdichiana e complessivamente a tutta la Toscana. Con il Principe Alberto II, che ha voluto partecipare direttamente all’evento, abbiamo avuto modo di stare insieme, di rinsaldare i legami tra la Toscana e il Principato monegasco, di valorizzare l’immagine, i prodotti, il profilo turistico della Valdichiana aretina. C’è viva cordialità tra di noi e questa sinergia tra Toscana e Principato giova, anche in questa fase di ripartenza, alla capacità di richiamo che ha la nostra Regione”.

A farla da padrona, come detto, è stata la cucina chianina con le sue eccellenze. Un menù ricco quanto rappresentativo che ha chiamato a raccolta alcune delle imprese storiche del territorio. Gli antipasti sono stati curati dall’azienda agricola Bemoccoli e “De’ Magi Alchimia di Formaggi”. Successivamente a deliziare i palati ci ha pensato la tartare di chianina fornita da “Antica Lavorazione Carni” e da “Macelleria Bigi Franco – Consorzio Agrario di Siena”; i primi piatti con la pasta Fabianelli sono stati arricchiti dal sugo di carne chianina e da quello all’Aglione della Valdichiana dell’azienda agricola Rampi. I secondi hanno avuto l’impronta savinese con la “Salumeria dI Monte San Savino” e il contorno fornito dall’azienda “Ricci Franco e Figli”. Apprezzati anche i dessert forniti dall’azienda agricola Illuminati con la mela della Valdichiana, e dal panificio Menchetti che oltre ai cantucci alle mandorle ha proposto anche prodotti da forno. La cena è stata accompagnata dal sapore dell’olio toscano di Morettini e dai prodotti forniti da “Le stagioni d’Italia” e da Mirko Tartufi.

Ed infine, ad Alberto di Monaco è stata consegnata, direttamente dal sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli, una bistecca chianina pronta per la griglia. Chef per l’occasione Luciano Zurli del ristorante “La Nave”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chianina e l'aglione conquistano il principe di Monaco. E Agnelli dona una bistecca a Alberto II
ArezzoNotizie è in caricamento