Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Centri diurni e vacanze per anziani e disabili. Tassi: "La Regione deve garantire risorse"

L’inadempienza delle Regione Toscana sulle risorse da destinare ai centri diurni per disabili e vacanze anziani, tramite il finanziamento della cosidetta “proroga delle funzioni in delega”, ha provocato la dura reazione dell’assessore di...

L'inadempienza delle Regione Toscana sulle risorse da destinare ai centri diurni per disabili e vacanze anziani, tramite il finanziamento della cosidetta "proroga delle funzioni in delega", ha provocato la dura reazione dell'assessore di Montevarchi ai Servizi alla Persona Stefano Tassi che ha espresso un voto contrario in Conferenza Zonale dei Sindaci anche in segno di protesta per il mancato intervento in tempi utili del Presidente Maurizio Viligiardi.

La Convenzione per le "Funzioni in Delega" scadeva oggi, e solo in data odierna è stata convocata la Conferenza Zonale dei Sindaci producendo difficoltà per la copertura finanziaria, richiesta totalmente ai nove comuni del Valdarno.

"Pur considerando l'importanza e la giustezza di rifinanziare in ogni modo la proroga delle funzioni in delega, ossia le risorse destinate per le attività dei centri diurni per disabili e vacanze anziani- afferma l'assessore Tassi- non sono restato in silenzio, o inerme, di fronte all'ennesima richiesta di mettere in votazione cifre sulle quali registriamo la persistente inadempienza della Regione Toscana. Ancora prima di approvare il Bilancio Consuntivo del 2016, dove già si attesta un deficit di ?165.000,00, per minori risorse regionali, la Presidenza della Conferenza Zonale dei Sindaci, senza preoccuparsi di accertare maggiori risorse da parte delle Regione, spalma detto deficit anche sul Bilancio di Previsione del 2017. Ci è stato chiesto, oggi, dalla Presidenza Zonale della Conferenza dei sindaci di votare e di provvedere, quindi, a una copertura delle funzioni con risorse sostenute direttamente dai Comuni, onde evitare di arrecare disagio o interruzioni di servizio rivolto alle fasce più deboli della nostra comunità, anche se gli oneri sarebbero dovuti ricadere in toto sulla Regione. Nei giorni scorsi, abbiamo incontrato l'assessore Stefania Saccardi a Firenze che ci ha garantito l'allocazione a breve dei finanziamenti regionali, ma ritengo che la Presidenza della Conferenza Zonale dei Sindaci, oltre a effettuare quei controlli che non ha svolto, non possa continuare a basarsi solo su rassicurazioni verbali, sapendo comunque di poter contare sullo sforzo economico dei Comuni. Credo che una gestione contabile, attenta e efficiente, non possa basarsi su interventi tampone, magari attraverso la copertura per intero richiesta alle amministrazioni comunali, già alle prese con le manovre interne di razionalizzazione delle risorse e di contenimento delle spese . Non possiamo più permetterci questa accondiscendenza nei confronti dell'amministrazione regionale, in quanto ogni amministratore, compresa la Presidenza della Conferenza Zonale dei Sindaci, è chiamato al rispetto e alla responsabilità degli impegni presi soprattutto verso i cittadini. Per quanto riguarda il Comune di Montevarchi, infatti, ci siamo adoperati a migliorare e a rafforzare l'inclusione delle persone con disabilità anche attraverso l'attivazione, per la prima volta, di una progettazione partecipata per i centri estivi con associazioni in rappresentanza di persone disabili . Ciò a dimostrazione di una costante attenzione verso le esigenze e i bisogni di chi vive quotidianamente la disabilità: è per questo motivo che ho ritenuto di esprimere un voto contrario in sede di Conferenza Zonale dei Sindaci rispondendo ai principi di una amministrazione che deve gestire il bene comune come un buon padre di famiglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri diurni e vacanze per anziani e disabili. Tassi: "La Regione deve garantire risorse"

ArezzoNotizie è in caricamento