Scuole comunali, Tanti: "Centomila euro di investimenti per arredi e cucine"

I fondi saranno equamente distribuiti tra arredi e cucine. Di queste ultime ne verranno potenziate due che riporteranno la situazione in piena efficienza

Centomila euro di investimenti nelle scuole comunali: è quanto deliberato dalla Giunta comunale su proposta di Lucia Tanti. Risorse che vanno dagli arredi alle cucine. Così commenta soddisfatta l’assessore:

“la scuola ha ottenuto ulteriori risorse, una costante di questo mandato amministrativo. Sono cinque anni che abbiamo mantenuto alta l’attenzione su questo settore, nidi e scuole dell’infanzia, fondamentale per la crescita di una comunità e della sua coesione sociale. Centomila euro equamente distribuiti tra arredi, dunque decoro degli spazi, perché entrare in un bell’ambiente fa già una prima differenza, e cucine. Di queste ultime ne vengono potenziate due che riportano la situazione in piena efficienza, dopo che una terza era stata costretta temporaneamente a chiudere a seguito degli ultimi eventi atmosferici.

È bene ricordare come proprio sulla refezione scolastica sia in corso l’oramai ben nota riflessione, condivisa con famiglie e operatori, che porterà alla rivoluzione dei prossimi decenni. Questa amministrazione comunale ha scelto infatti, dopo 40 anni, di fare di Arezzo un modello. E non per il numero delle cucine ma per il servizio che darà, incentrato su principi quali: sicurezza alimentare, efficienza degli spazi, qualità dei prodotti, percorsi di differenziazione dei menù, attenzione massima al problema delle allergie, rapporto costruttivo con il territorio e le sue eccellenze, percorsi di educazione alimentare e ambientale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In vista di questi nuovi orizzonti, non possiamo stare con le mani in mano, anzi dobbiamo tenere sotto controllo la situazione e potenziarla al massimo. In vista del compimento di tutti i passaggi che porteranno Arezzo a diventare un vero e proprio modello in tema di refezione scolastica serviranno ancora tre anni, durante i quali dimostreremo, come accerta questa nuova spesa, di voler accompagnare i nostri ragazzi verso il futuro senza rinunciare a nulla nel presente in termini di garanzie a loro favore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento