Trasporto scolastico, Ceccarelli: "Se la Chiassai non sa le competenze del suo ente, si dimetta"

L'assessore regionale ai trasporti replica alla dichiarazione della presidente della Provincia sul servizio di trasporto pubblico da e verso le scuole

"Se la presidente della Provincia di Arezzo non sa neanche quali sono le competenze che ha il suo ente farebbe bene a dimettersi", a dirlo l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, a seguito di un duro attacco personale contro di lui portato avanti dalla presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai Martini e dal vice presidente Federico Scapecchi partendo dal tema del trasporto scolastico.

"La Regione - spiega Ceccarelli - ha l'onere di garantire la sostenibilità economica, ma l'organizzazione dei servizi di tpl sui territori, e quindi anche del trasporto scolastico, spetta innanzitutto alle province. Oltretutto, visto che la presidente della Provincia si gloria di essere vice presidente dell'Unione delle Province Italiane, non dovrebbe avere bisogno della Regione per dialogare con il Governo. Fare polemica politica con l'ente con cui dovrebbe lavorare in stretta sinergia per risolvere i problemi della gente in una difficile situazione di emergenza e senza fare alcuna proposta concreta si chiama sciacallaggio". 

"Per quanto riguarda le prossime elezioni regionali - conclude l'assessore - meglio stendere un velo pietoso visto che, nonostante il grande impegno profuso nel proporre il proprio nome, non è riuscita a trovare neanche una lista disposta a candidarla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento