Attualità

Cavriglia, valorizzazione dell'area ex mineraria: prende forma il progetto Futur-e

Dopo la presentazione dello scorso mese di giugno inizia a prendere forma il progetto “Futur-e”, programma lanciato da Enel per riqualificare i siti di 23 centrali termoelettriche che hanno concluso il loro ruolo nel sistema energetico che...

AE S.BARBARA

Dopo la presentazione dello scorso mese di giugno inizia a prendere forma il progetto "Futur-e", programma lanciato da Enel per riqualificare i siti di 23 centrali termoelettriche che hanno concluso il loro ruolo nel sistema energetico che l'azienda ha deciso di estendere eccezionalmente all'area ex mineraria di Cavriglia, un'area di circa 1600 ettari.

Lunedì 25 settembre a partire dalle 10 al Centro Servizi Incubatore d'Impresa dell'area industriale di Bomba si terrà un workshop con l'obiettivo di esplorare e testare insieme possibili scenari progettuali per lo sviluppo per l'area, emersi grazie a colloqui preliminari avuti in questi mesi.

L'iniziativa è promossa da Enel e vedrà il coinvolgimento, oltre al Comune di Cavriglia, dalla Regione Toscana del Politecnico di Milano, delle categorie economiche e delle aziende del territorio che potrebbero essere interessate dallo sviluppo dell'area una volta completato il percorso di riassetto e ambientalizzazione.

Un'occasione di confronto e di sviluppo di idee alla quale farà seguito, dal 10 al 13 ottobre, il lavoro dei circa 70 giovani ricercatori, 50 del Politecnico di Milano e 20 dell'Università di Firenze, che trascorreranno alcuni giorni nel nostro territorio per studiare ed individuare possibili scenari di sviluppo, in maniera compatibile e integrata con i progetti già esistenti e sulla base di studi del contesto economico, dei piani urbanistici e delle aspettative delle comunità locali. I progetti saranno sviluppati dai ricercatori entro dicembre. A gennaio verrà lanciato un concorso di progetti, che riguarderà le unità dell'area e gli ambiti d'intervento definiti nella prima fase.

Le proposte progettuali verranno valutate da Enel, istituzioni e mondo accademico per verificarne l'idoneità rispetto alle aspettative delle comunità locali, dello sviluppo sostenibile del territorio e l'integrazione con il progetto di riqualificazione già in essere. "Da miniera di lignite utilizzata per produrre energia a "miniera di opportunità". Abbiamo sempre creduto che l'area ex mineraria continui a rappresentare una risorsa per il Comune di Cavriglia e per l'intero territorio - commenta il Sindaco di Cavriglia Leonardo Degl'Innocenti o Sanni - Per la nostra Amministrazione di conseguenza, il progetto promosso da Enel rappresenta un'opportunità unica per integrare i progetti di riassetto del territorio divenuti necessari con l'esaurimento del bacino lignitifero risalente a oltre 20 anni fa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavriglia, valorizzazione dell'area ex mineraria: prende forma il progetto Futur-e

ArezzoNotizie è in caricamento