Sicurezza, a Cavriglia in arrivo sette nuove telecamere per la videosorveglianza

Numerosi “occhi elettronici” sono attualmente attivi in tutte le principali strade di accesso al territorio cavrigliese. I nuovi impianti serviranno per monitorare il territorio, controllare i veicoli e prevenire l'abbandono indiscriminato dei rifiuti

"La sicurezza dei propri cittadini è molto importante". Così l'Amministrazione Comunale di Cavriglia annuncia l'intallazione di nuove telecamere. Sette "occhi elettronici" che presto saranno attivi.

"A Cavriglia lo scorso anno è stato portato a termine anche un importante piano di interventi per la messa in sicurezza stradale delle principali arterie viarie del territorio con l'installazione di sette telecamere. 
Un territorio comunale come il nostro, molto esteso (ben 62 chilometri quadrati) dove i circa 9600 residenti sono suddivisi tra 9 agglomerati urbani maggiori e molte altre piccole frazioni necessita però di sempre maggior attenzione e in questo contesto si inserisce l'arrivo di ulteriori sette occhi elettronici, presto attivi.
Alcuni di questi saranno dotati anche di tecnologia per il controllo di assicurazione e revisione delle auto in transito, ma massima attenzione sarà riposta soprattutto a contrasto dell'abbandono indiscriminato di rifiuti".

Ecco i luoghi dove saranno attivate le nuove telecamere: a Cavriglia in Piazza Berlinguer, a Castelnuovo dei Sabbioni in Piazza della Repubblica, a Santa Barbara in Piazza Primo Maggio, al Neri in Piazza dei Pini, a Bomba di fronte all'oasi ecologica, a Meleto all'incrocio tra Viale Barberino, Viale Maestri del Lavoro e Via Turati e al Cetinale alla rotatoria di ingresso al territorio cavrigliese proveniendo da San Giovanni e Figline. 
Il progetto, da un importo complessivo di 50 mila euro, è stato realizzato a bassi costi per i cittadini grazie al cofinanziamento di 20 mila euro assegnato a Cavriglia dalla Regione Toscana.

"Questi nuovi impianti dunque si inseriscono nell’ambito degli interventi e delle strumentazioni finalizzati al controllo del territorio, allo scopo di garantire una sempre maggiore sicurezza urbana. 
Il dispositivo di rilevazione delle targhe costituisce un supporto agli operatori al fine di rilevare che un veicolo stia circolando privo di copertura assicurativa e/o senza essere stato sottoposto a revisione periodica, o che sia usato per abbandonare rifiuti illegalmente in modo da poter procedere alla notifica di opportuna sanzione".
“Il controllo del territorio è uno dei compiti principali di ogni Amministrazione.” Queste le parole del Sindaco Leonardo degl'Innocenti o Sanni. “L'arrivo delle nuove telecamere incrementerà la possibilità di sanzionare coloro che non rispettano Cavriglia, la sua bellezza o anche semplicemente il Codice della Strada. Per questo invito tutti i cittadini a mettersi in regola per non ricorrere a spiacevoli sanzioni. E' un dovere mantenere la sicurezza dei cittadini, tutti coloro che hanno a cuore la nostra Comunità.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento