Un canale per i cittadini che vivono il disagio dell’emergenza Covid-19: come chiedere supporto

Attraverso il numero di telefono ed indirizzo email potrà essere contattato con l’ufficio servizi sociali del Comune che interverrà per abbattere le situazioni di disagio evidenziate

In questo momento di difficoltà, l’amministrazione comunale di Castiglion Fiorentino vuole rafforzare il rapporto con i cittadini che vivono il disagio dell’emergenza Covid-19 tra le mura domestiche. Gestione dei rifiuti, acquisto di medicinali e di generi alimentari sono solo alcune delle problematiche che possono interessare questi individui o nuclei familiari, già messi alla prova dall’isolamento.

E’ stato quindi attivato un canale emergenziale attraverso il quale i cittadini in difficoltà possono trovare risposte e indicazioni, con un numero di telefono ed un indirizzo email dedicati: una segnalazione a emergenza@comune.castiglionfiorentino.ar.it o una telefonata al 349.2390468 li metterà in contatto con l’Ufficio Servizi Sociali dell’ufficio Servizi Sociali del Comune, che interverrà per abbattere le situazioni di disagio evidenziate. Il canale è attivo la mattina dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 12:30, il martedì e il giovedì pomeriggio dalle 15:00 alle 17:30. Ricordiamo inoltre che l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Castiglion Fiorentino risponde anche ai numeri 0575.656461 - 0575.656462 - 0575.656434.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento