Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Castelfranco Piandiscò, la ministra Fedeli all’inaugurazione della nuova scuola per l’infanzia “Gianni Rodari”

E’ una delle prime scuole in Italia ad avere tutte le caratteristiche di bioarchitettura che salvaguardano la statica della costruzione, la difesa dagli agenti atmosferici, dagli incendi e dai terremoti. Un plesso all’avanguardia che ricalca i...

E' una delle prime scuole in Italia ad avere tutte le caratteristiche di bioarchitettura che salvaguardano la statica della costruzione, la difesa dagli agenti atmosferici, dagli incendi e dai terremoti. Un plesso all'avanguardia che ricalca i canoni degli ultimi decreti legge "Sblocca Italia", "6000 Campanili" e Buona Scuola.

Ecco anche perché la scuola sarà inaugurata alla presenza della ministra dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Valeria Fedeli.

Parliamo del nuovo plesso scolastico per l'infanzia "Gianni Rodari" realizzato nei pressi della strada provinciale Fiorentina a Castelfranco di Sopra nel comune di Castelfranco Piandiscò. La ministra ha risposto con entusiasmo all'invito che le è giunto dalla amministrazione comunale e parteciperà alla cerimonia in programma mercoledì 30 agosto alle 16.30 a Castelfranco di Sopra.

Nell'occasione sono invitate e saranno presenti tutte le autorità del territorio.

Il complesso architettonico, ben inserito nel paesaggio caratteristico delle Balze del Valdarno che ispirò lo stesso genio di Leonardo da Vinci nella "Gioconda", ideato dalla precedente amministrazione comunale di Castelfranco di Sopra è stato riprogettato e commissionato dal nuovo esecutivo nato dalla fusione dei due comuni di Castelfranco e Piandiscò: ospiterà sia l'asilo nido che la scuola dell'infanzia, quindi bambini da zero a sei anni e, per volere dell'attuale Giunta comunale, rappresenta nuove concezioni di architettura scolastica ed economia gestionale all'insegna delle più moderne metodologie didattiche e pedagogiche espresse nelle linee guida ministeriali.

La nuova scuola è stata concepita e realizzata come luogo di incontro allo scopo di favorire il sistema relazionale bambino-genitori-insegnanti attraverso attività diversificate all'interno di un unico percorso integrato. La struttura presenta infatti microambienti che si collegano facilmente tra loro mediante un ampio spazio interno, tutti studiati per il benessere ed il confort dei piccoli ospiti.

Dalle singole aule agli spazi dedicati alla didattica, all'alimentazione e al riposo, all'attività motoria e al gioco, ogni area è studiata appositamente per la socializzazione, la crescita e la formazione. Il plesso, oltre alle condizioni di sicurezza in piena conformità con la normativa antisismica, assicura un livello ottimale di insonorizzazione e difesa dai rumori, il grado e la qualità dell'illuminazione naturale e artificiale, i livelli termici per la difesa dal caldo e dal freddo e persino il grado di purezza dell'aria. L'edificio è stato realizzato completamente in legno ad opera della "Gandelli Legnami srl" di Torino, specializzata in bioedilizia, nuove tecnologie del legno e ingegnerizzazione dei processi edili.

Costo dell'intera opera è di quasi 1 milione di euro in gran parte erogati dallo Stato grazie al Decreto Legge 133/2014 "Sblocca Italia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco Piandiscò, la ministra Fedeli all’inaugurazione della nuova scuola per l’infanzia “Gianni Rodari”

ArezzoNotizie è in caricamento