Attualità

Case popolari, il Comune partecipa al bando regionale per l’acquisto di unità immobiliari

Manneschi: "Il disagio abitativo è un'emergenza da risolvere con ogni strumento a disposizione”

Su proposta dell’assessore Monica Manneschi, la giunta del comune di Arezzo ha deliberato di aderire al bando regionale per l’acquisto di unità immobiliari da destinare poi all’edilizia residenziale pubblica. In concreto, spiega l'amministrazione comunale in una nota, il sistema si articola in più fasi: il Comune procederà alla pubblicazione di un avviso pubblico per consentire ai privati di avanzare le loro offerte. Queste dovranno essere valutate dagli uffici, successivamente dal Lode, l’organo attraverso il quale sono svolte in forma associata, dai Comuni della provincia, le funzioni e le competenze nel settore dell’edilizia residenziale pubblica, e infine sottoposte alla Regione che erogherà eventualmente i relativi finanziamenti con i quali i Comuni potranno procedere alla liquidazione dei proprietari venditori.

“Si tratta di un’opportunità da cogliere – sottolinea Monica Manneschi – per rispondere all’esigenza di incrementare il patrimonio pubblico da destinare all’emergenza abitativa e all’inclusione dei soggetti svantaggiati. Il bando regionale disciplina dettagliatamente le caratteristiche tecniche minime che gli immobili da acquistare devono avere e in questo senso i Comuni restano vincolati a tali previsioni che saranno riportate nei loro singoli avvisi. Se tutto andasse a buon fine, potremmo avere nuovi alloggi, contribuendo peraltro a restituire vitalità a un mercato in difficoltà da anni. Concludo riportando alcuni dati: il numero degli alloggi, a fronte delle periodiche graduatorie, è limitato rispetto alle effettive esigenze. Mediamente, ad Arezzo, parliamo di 50 appartamenti disponibili all’anno, compresi quelli di edilizia residenziale pubblica, quelli di edilizia agevolata-convenzionata e quelli destinati all’emergenza sociale. La graduatoria attualmente in vigore, contenente le domande presentate a seguito del bando del 2019, è composta da 213 istanze di aspiranti assegnatari, tra le quali 34 risolte. È dunque evidente come sia necessario percorrere ogni strada”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, il Comune partecipa al bando regionale per l’acquisto di unità immobiliari

ArezzoNotizie è in caricamento