Attualità Santa Mama

Mamma e bimbi nella casa invasa dalla muffa: "Nessun provvedimento". Sunia: "Appello al sindaco, attendiamo una risposta"

"La Asl parla di una casa antigienica e chiede che vengano presi provvedimenti. Ma in occasione del sopralluogo tecnico di Arezzo Casa mi hanno risposto che l'unico provvedimento da prendere è a livello condominiale. E intanto io e i miei bambini continiuamo a vivere in una casa insalubre".

"La Asl parla di una casa antigienica e chiede che vengano presi provvedimenti. Ma in occasione del sopralluogo tecnico di Arezzo Casa mi hanno risposto che l'unico provvedimento da prendere è a livello condominiale. E intanto io e i miei bambini continiuamo a vivere in una casa insalubre". E' una situazione paradossale quella che sta vivendo una famiglia che abita in un alloggio di edilizia popolare a Santa Mama, nel Comune di Subbiano. 
L'appartamento, ricavato in un seminterrato, presenta muffa sulle pareti, negli angoli delle stanze, nei cassetti dove vengono riposti gli abiti. Una casa talmente umida che la Asl ne ha certificato l’antiigienicità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da tempo la donna ha sollevato il problema e della vicenda si sta occupando anche il sindacato degli inquilini Sunia. L'abitazione è affacciata proprio sul fiume Arno ed è stata ristrutturata da poco: i lavori  sono terminati a fine luglio e a fine settembre 2018 mamma e bambini si sono trasferiti. I problemi dell'umidità si sono manifestati da subito. E dopo una serie di richieste e rinvii, il 9 gennaio si è svolto il sopralluogo di un'azienda incaricata da Arezzo Casa di fare un preventivo per risolvere la situazione. La Asl nella sua certificazione richiede interventi per il "risanamento delle pareti con eliminaziopne delle muffe e rinverniciatura, impermeabilizzazione delle superfici controterra". 

"Ma durante il sopralluogo - racconta la donna - , mi è stato detto che verranno presi solo provvedimenti di livello condominiale e nulla verrà fatto dentro l'appartamento. Eppure solo il mio appartamento ha problemi di questo tipo, quelli dei condomini sono perfettamente salubri": 

IL VIDEO  "Vorrei una casa salubre per i miei figli"

Nel frattempo Sunia ha scritto al sindaco di Subbiano affinché intervenga: l'immobile infatti è di proprietà del Comune e gestito da Arezzo Casa. 

"Considerato che Arezzo Casa ha effettuato un sopralluogo dando indicazioni operative diverse dalla Asl e indicando come misura temporanea di riscaldare e areare, cioè immettere calore sa disperdere senza indicare a chi faccia carico l'onere".  E prosegue: "Con la presente si sollecita un immediato intervento dell'Amministrazione comunale che garantisca alla famiglia un alloggio adeguato". 

"Ma ancora - spiega Fabio Buricchi del Sunia - non abbiamo ricevuto nessuna risposta". 

L'intero condominio è stato ristrutturato  tra il 2017 e il 2018. Un investimento di circa 600 mila euro. Le chiavi dell'abitazione sono state conswgnate nel giugno del 2018 e a settembre c'è stato il trasloco della famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma e bimbi nella casa invasa dalla muffa: "Nessun provvedimento". Sunia: "Appello al sindaco, attendiamo una risposta"

ArezzoNotizie è in caricamento