Casa delle Culture, Rossi e le attività di Fraternita: "Sportello aperto 6 giorni su 7. E ora un corso di educazione alla cittadinanza"

Nuova gestione e nuovo corso per la Casa delle Culture, lo spazio di piazza Fanfani nato per favorire l'integrazione di cittadini stranieri e per erogare servizi, che dallo scorso 4 giugno è in carico alla Fraternita dei Laici. Un passaggio...

casa-culture-arezzo-cadorna

Nuova gestione e nuovo corso per la Casa delle Culture, lo spazio di piazza Fanfani nato per favorire l'integrazione di cittadini stranieri e per erogare servizi, che dallo scorso 4 giugno è in carico alla Fraternita dei Laici. Un passaggio delicato, avvenuto tra polemiche e dibattiti cittadini, tra la preoccupazione di veder naufragare una serie di servizi ormai collaudati e la spinta dell'amministrazione comunale verso una internalizzazione delle attività in seno alla Fraternita.

Sull'argomento interviene per la prima volta il primo Rettore Pierluigi Rossi:

Abbiamo iniziato la nostra attività il 4 giugno con il personale di Fratenita che ha già acquisito competenze ed esperienza nella gestione dell'accoglienza dei migranti nelle nostre strutture. Le attività principali sono stato concordate con l'amministrazione comunale.

Quali sono?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Abbiamo un'attività di sportello pari a 7 ore al giorno per 6 giorni alla settimana, con orario 9-13 e 15-18; un servizio di mediazione linguistica, uno di consulenza per gestire online alcuni documenti. E poi da settembre a giugno sono programmati corsi di lingua italiana e di informatica e per i bambini un serivizio di doposcuola. Vorrei poi promuovere corsi di educazione alla cittadinanza rivolta sia alle persone straniere che sono ad Arezzo sia agli aretini: io stesso sono pronto a guidare le persone alla conoscenza della nostra città. Oltre all'integrazione infatti, dobbiamo pensare all'inclusione.

Quanto costano questi servizi?

Il costo è definito e concordato: 83mila euro all'anno piuù iva. Per tre anni si tratta di 250 mila euro. Vorrei inoltre cogliere l'occasione per rivolgermi alle associazioni che sono state attive in passato alla Casa delle Culture: abbiamo spazi disponibili, che potrebbero essere a disposizione per altri progetti. Vi invito quindi a presentarli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento