menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa di Babbo Natale, spazio Lego e Mercato tirolese annullati. Fei: "Grande rammarico, eravamo pronti"

Scene di quel tipo non potranno ripetersi per quest'anno, gli assembramenti sono vietati e da scongiurare per evitare la diffusione del covid-19. Gli organizzatori stanno pensando ad una versione leggera del Natale aretino, soft, ma di atmosfera

Le attività organizzative erano andate avanti, la promozione nei canali specializzati anche. Nel caso fosse stato possibile la sesta edizione della Città del Natale avrebbe di nuovo riempito il centro storico di Arezzo. Ma con l'introduzione dell'ultimo Dpcm, il decreto del presidente del consiglio del 18 ottobre, le poche speranze sono finite. Le direttive calate sul territorio della Prefettura non ha nno lasciato dubbi sul campo. Così poche ore fa l'annuncio: le iniziative della Confcommercio per la Città del Natale sono state annullate. Si tratta del Mercato Tirolese di Piazza Grande, il tendone con le costruzioni della Lega al Prato e la Casa di Babbo Natale allestita dentro le sale a piano terra del Palazzo di Fraternita. Attrazioni che hanno sempre portato masse importanti di turisti. Scene di quel tipo non potranno ripetersi per quest'anno, gli assembramenti sono vietati e da scongiurare per evitare la diffusione del covid-19. Gli organizzatori stanno pensando ad una versione leggera del Natale aretino, soft, ma di atmosfera.

Forte rammarico negli organizzatori

"A seguito dell’introduzione del nuovo Dpcm 18 ottobre e dopo le direttive imposte della Prefettura di Arezzo il Mercato Tirolese in piazza Grande e le iniziative promosse da Confcommercio all’interno di Arezzo Città del Natale sono annullate - dichiara Catiuscia Fei vice direttore di Confcommercio Arezzo - Esprimiamo grande rammarico per una decisione sofferta, che mai avremmo voluto prendere. Eravamo pronti per organizzare la sesta edizione dei Mercatini di Natale e dare nuovamente alla città e al tessuto commerciale linfa vitale per sopravvivere in questa delicata contingenza economica. Da mesi avevamo avviato la promozione sui canali specializzati e i contatti con tour operator e agenzie di viaggio, con grande riscontro da parte di quest’ultimi. Il nostro impegno si era concentrato anche sulla sicurezza delle iniziative: avevamo studiato sistemi di prenotazioni online, sensibilizzando operatori e visitatori ad una nuova fruizione dei mercatini e degli eventi collaterali. Purtroppo tutto questo non è servito a salvare la manifestazione, divenuta ormai un punto di riferimento natalizio per molti turisti italiani e stranieri. Oggi ci troviamo dunque a dover annullare tutte le iniziative, in virtù di normative che vietano l’organizzazione di mercati e di attività che creano assembramenti."

Se per le iniziative annullate c'è già l'appuntamento per il 2021, Ascom lavora comunque a qualche alternativa:

"Quella che è stata presa oggi è una scelta forzata che non annacquerà il nostro impegno rispetto alla valorizzazione del commercio e del turismo cittadino - spiega ancora Fei - Raddoppieremo gli sforzi affinchè le nostre attività commerciali e ricettive possano comunque vivere un periodo natalizio vivace e positivo.  L’appuntamento col Mercato Tirolese, la Casa di Babbo Natale e Christmas Brick tornerà nel 2021, dal 13 novembre al 26 dicembre. Quest’anno sarà comunque possibile vivere la magia del Natale con Arezzo Christmas Light."

Il presidente della Fondazione Intour Marcello Comanducci

"Dopo 5 anni di grandi soddisfazioni questo maledetto virus ha fermato anche la Città del Natale. Stiamo lavorando per non lasciare Arezzo nella tristezza più totale con un progetto nuovo fatto di luci, video mapping e attrazioni luminose nella speranza di attirare comunque una parte di turisti in totale sicurezza. La salute va certamente avanti a tutto, ma stiamo sottovalutando le conseguenze disastrose che questa ennesima chiusura porterà alle attività produttive, al lavoro e alla tenuta psicologica di tutti coloro che non sanno come far ripartire l’azienda."

La nuova versione della Città del Natale

"Abbiamo pensato a un piano B" ha detto Comanducci. Così la Città del Natale che tutti si sono abituati a vivere ad Arezzo sarà trasformata per rispettare le attuali normative ed evitare situazioni che favorscano assembramenti. La nuova versione si chiama Arezzo Christmas Light, in un gioco di parole dove luce e leggerezza si rincorrono. Sarà un percorso di luci suggestive e di video mapping per creare la giusta atmosfera natalizia, accogliere i turisti che arriveranno e sostenere le attività commerciali. Partirà a fine novembre e durerà fino al 6 gennaio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento