Attualità

Carcere, Basco: "Presto un giardino per incontri sereni tra detenuti e figli. Un miracolo di solidarietà"

"A cosa sto pensando? Che domenica 26 Novembre al Castello di Valenzano è successo un miracolo". Così il direttore del carcere aretino Paolo Basco ha annunciato una novità che riguarda la casa circondariale "San Benedetto", che da tempo è...

giardino carcere

"A cosa sto pensando? Che domenica 26 Novembre al Castello di Valenzano è successo un miracolo". Così il direttore del carcere aretino Paolo Basco ha annunciato una novità che riguarda la casa circondariale "San Benedetto", che da tempo è sottoposta a lavori di ristrutturazione. Un post su Facebook che ha raccolto tanti like e tanti commenti positivi.

Ma cosa ci sarà nel futuro della struttura? "Costruire un'area verde - scrive Basco - nel carcere di Arezzo, un piccolo giardino con tante piantine e fiori, per far incontrare i figli dei detenuti in un ambiente sereno, dove si potrà abbracciare il proprio cane,e giocare come fosse un mondo normale il carcere". Una novità sulla quale importanza il direttore si sofferma con enfasi: "Tutto questo sembra poco per chi è fuori e può andare al Parco Giotto e godere dei prati, ma per chi non vede che muri e cemento, porte chiuse e cancelli di ferro, sbarre alle finestre, non è la stessa cosa, anche una piantina piccola o un fazzoletto di terra diventano un grande giardino. Ebbene ho trovato i soldi e il progetto è pronto. Devo ringraziare tante persone. In particolare Marino Franceschi che ha sostenuto totalmente le spese del pranzo, gli amici presidenti e soci del Rotary e del Lions Club di Arezzo e Casentino, con speciale riferimento al dr. Ridolfo e dr. Pecci, l'arch. Pennacchini per il progetto dell'area, la mia diretta collaboratrice d.ssa Fabiola Papi, i volontari intervenuti e con particolare gratitudine, la laurenda Francesca Bacci che ha curato l'attività di segreteria e di coordinamento, ed infine il cabarettista Daniele Cangi e in special modo i miei amici musicisti delle band Franco e i Coralli e Il Quadro d'Autore che hanno allietato la giornata". Il "miracolo" del quale parla Basco "consiste nel fatto che in un solo evento sono stati raccolti ben ? 3.350 e altri 350 sono in arrivo come regalo di Natale. E vi pare poco? Racconto tutto questo per ricordare a tutti gli amici che bisogna credere negli altri ed avere fiducia nelle nostre idee, quando chiediamo per qualcosa di serio e di buono le risposte arrivano ed i sogni si avverano, Non è vero? Io ci ho sempre creduto e domenica ho avuto la conferma che investire in fiducia nell'essere umano è un ottimo affare. Credeteci".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere, Basco: "Presto un giardino per incontri sereni tra detenuti e figli. Un miracolo di solidarietà"

ArezzoNotizie è in caricamento