Canale della Chiana e Arno: ecco la ciclopista che fa tappa anche ad Arezzo

La ciclopista, si sviluppa tutta dietro la frazione di Pratantico, collegandosi a una nuova passerella sul canale maestro della Chiana

Taglio del nastro per la ciclopista di collegamento tra sentiero della bonifica, ciclopista dell’Arno e Arezzo.

La Regione Toscana ha individuato come fondamentali, tra i percorsi ciclopedonali, il sentiero della bonifica lungo il canale della Chiana da Arezzo a Chiusi e la ciclopista dell’Arno da Stia a Marina di Pisa. 

Quella inaugurata dal sindaco Alessandro Ghinelli, dal vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini e dall’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli è dunque una sorta di “bretella” che collega i due suddetti percorsi che altrimenti sarebbero rimasti indipendenti tra loro. Non solo: tale intervento permette di coinvolgere anche Arezzo grazie alla pista ciclabile che da Chiani, lungo via Calamandrei, arriva in centro. 

“Un percorso affascinante – ha dichiarato il sindaco Alessandro Ghinelli – perché consente di apprezzare una delle opere idrauliche simbolo della bonifica della Valdichiana e perché s’inserisce in un contesto paesaggistico e ambientale di grande pregio. Un percorso anche funzionale, perché dà continuità al sistema ciclabile, alla riqualificazione complessiva del territorio e alla sua fruibilità turistica”.

“Dei 24 milioni di euro di risorse regionali investite sul progetto complessivo – ha aggiunto l’assessore Vincenzo Ceccarelli – 800.000 sono stati destinati al tratto inaugurato stamani e adesso utilizzabile. Per quanto riguarda le ciclopiste e lo stato dei lavori, è partito il primo lotto Stia - Castel San Niccolò e a esso farà subito seguito il secondo. Spostandoci invece sul versante valdarnese, la relativa progettazione è in fase esecutiva”.

“Passa da qui il rilancio del cicloturismo – ha concluso il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – grazie a questo progetto specifico, realizzato dagli uffici comunali, che si inserisce in una strategia generale”.

Il percorso della nuova ciclopista, di circa 8 chilometri, parte dal Km 0 del sentiero della bonifica posto all’inizio della Chiusa dei monaci, attraversa la chiusa, costeggiando il canale maestro, e una passerella in ferro, sul canale di adduzione alla centrale elettrica, poi arriva sotto al ponte di Pratantico e si ricollega al tratto di pista ciclabile lungo la S.R. 69 all’inizio dell’abitato. Da qui la ciclopista, si sviluppa tutta dietro la frazione di Pratantico, collegandosi a una nuova passerella sul canale maestro della Chiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento