menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cammino della Setteponti, assegnato finanziamento regionale

Per la valorizzazione e promozione turistica

Cinque comuni coinvolti, Terranuova Bracciolini (capofila), Castelfranco Pian di Scò, Castiglion Fibocchi, Reggello e Loro Ciuffenna. Un’assegnazione di oltre 68 mila euro e un antico cammino da valorizzare e promuovere, insieme alle sue attrattive culturali, paesaggistiche, storiche, enogastronomiche e ambientali.

Il progetto dedicato al “Cammino della Setteponti” è stato finanziato dalla Regione Toscana per coprire parte delle spese previste per la messa in sicurezza del percorso, la manutenzione della sede viaria, la creazione di piazzole attrezzate, la regimazione delle acque, l’installazione di cartellonistica direzionale e informativa.

“Accogliamo con soddisfazione questo risultato – ha commentato l’assessore al turismo del Comune di Terranuova, Caterina Barbuti - Si tratta di una valida opportunità per promuovere tutta l’area interessata dalla Setteponti, con i suoi prodotti e le sue bellezze. Il progetto sarà realizzato con la collaborazione e il coinvolgimento sia dell’ambito turistico valdarnese che della provincia di Arezzo, per un progetto condiviso che può essere un valore aggiunto per tutto il nostro territorio, ringraziamo per la disponibilità alla collaborazione ricevuta sia da Benini che da Chiassai in questa fase di avvio”.

“In un anno come quello della pandemia, che ha pesantemente colpito il settore turistico, il segmento dell’ outdoor è quello che ha tenuto di più, offrendo maggiori garanzie di sicurezza - ha detto Nicoletta Cellai, vicesindaco di Loro Ciuffenna - La realizzazione del tracciato ha rispettato il protocollo regionale, e seguire questo iter è stato sicuramente più lungo ma ci ha permesso di avere il riconoscimento di cammino di interesse regionale e di avere il finanziamento per il primo step di lavori diversificando questo percorso rispetto ad altri già esistenti. Le attività ricettive, di ristorazione e di servizi della zona otterranno un reale beneficio dalla realizzazione del cammino, per questo sarà necessario lavorare insieme, in modo che possa attivarsi un processo di crescita per il territorio e che i nostri luoghi non siano per i turisti solo meta di passaggio verso le città d’arte, ma una interessante opportunità di soggiorno”.

In particolare, la messa in sicurezza prevede l’installazione nei tratti pericolosi del percorso di guardrail o stecconate di protezione per pedoni  dove per le condizioni morfologiche e territoriali non è stata permessa l’individuazione di percorsi alternativi. Le piazzole di sosta invece saranno dotate di strutture per il riparo da agenti atmosferici, panchine, tavoli, cestini per i rifiuti, punti di approvvigionamento di acqua potabile e bacheca con cartellonistica informativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento