rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Iniziativa "un caffè per ripartire"

Un contest fra bar, caffetterie e pasticcerie di Arezzo e provincia

La tazzina di “nero bollente” al bar rappresenta per gli italiani un insostituibile momento di quotidianità, vita e condivisione, ma anche un simbolo di ripartenza per tutti i pubblici esercizi.

Per questo Confcommercio e quotidiano La Nazione hanno lanciato “Un caffè per ripartire”, il nuovo contest presentato nel corso di una conferenza stampa nella sede dell’associazione aretina di via XXV Aprile alla presenza di Franco Marinoni, direttore di Confcommercio Toscana, Erika Pontini, caporedattore de La Nazione di Arezzo e Stefano Mearini, presidente di Fipe Confcommercio Arezzo.

Protagonisti dell’iniziativa saranno i lettori della Nazione, chiamati a votare “il miglior caffè” scelto fra bar, caffetterie e pasticcerie di Arezzo e provincia.

Il contest, che prenderà il via venerdì 19 novembre, oltre ad essere un simpatico gioco per i lettori, rappresenta una vetrina importante per gli imprenditori perché saranno i clienti stessi, voto dopo voto, a decretare il ‘re della tazzina’. La prima classifica provvisoria sarà pubblicata dopo due settimane dalla pubblicazione del primo tagliando poi, ogni settimana, La Nazione aggiornerà e renderà nota la classifica provvisoria con tutti i voti che saranno giunti alla redazione di via Petrarca o nelle sedi Confcommercio Arezzo.

Tre caffetterie della provincia di Arezzo, inoltre, saranno protagoniste sulle pagine del quotidiano con interviste e foto. La classifica definitiva sarà pubblicata entro il mese di gennaio 2022: il più votato potrà festeggiare con un soggiorno per due persone in una capitale europea, ma anche gli altri premi non saranno da meno: in palio un televisore 50 pollici, attrezzature professionali da caffè e corsi di formazione specifici per la caffetteria.

“La tazzina di caffè è diventata l’emblema della ripartenza – ha detto il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni –  il ritorno alla normalità passa anche dai gesti quotidiani, come quello che ogni mattina facciamo al bar: Questo ‘rito’ ci è mancato per troppo tempo a causa della pandemia: non possiamo più permetterci che ce lo portino via di nuovo. Ancora c’è tanto lavoro da fare per consolidare la ripartenza”.

Per Erika Pontini, caporedattore del quotidiano La Nazione di Arezzo “Il bar è un rito, quello della mattina. Il bar è un compagno di viaggio, che ormai ti accompagna fino al calar della notte. È un presidio: basti a pensare ai tanti piccoli borghi spesso isolati di cui è ricca questa terra. Ma il bar è anche, e soprattutto, un luogo della nostra vita sociale, culturale, professionale e sentimentale.  Riaccendere i riflettori sui protagonisti di questa grandissima prova di resilienza prima e di ripartenza adesso, significa raccontare il ritorno alla normalità”.

“I pubblici esercizi da sempre sono un luogo di ritrovo e socialità – spiega Stefano Mearini, presidente di Fipe Confcommercio Arezzo – trovo bella e stimolante l’iniziativa di Confcommercio e La Nazione, perché riaccende le luci sui luoghi di lavoro che hanno subito tantissimo in questo anno e mezzo di crisi. Poter votare il caffè preferito è un bel gesto di ripartenza che rende protagonisti sia i clienti che gli imprenditori, dopo i tanti sacrifici imposti dalla pandemia”.

I pubblici esercizi della provincia di Arezzo che desiderano partecipare al contest ed essere votati per il miglior caffè dovranno inviare una mail all’indirizzo uncaffexripartire@confcommercio.ar.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziativa "un caffè per ripartire"

ArezzoNotizie è in caricamento