menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano i buoni spesa per le famiglie in difficoltà ad Anghiari

"Anghiari è l’unico comune della Valtiberina ad aver rinnovato per la quarta volta il sostegno di solidarietà alimentare, attingendo ai fondi del bilancio 2021", spiega una nota dell'amministrazione

L’amministrazione comunale di Anghiari che ha di nuovo rinnovato l’erogazione di buoni spesa destinati all'acquisto di generi alimentari o ai prodotti di prima necessità. Il modulo per fare richiesta è già online sul sito del Comune. Si tratta di un sostegno nato come misura eccezionale per aiutare le famiglie più colpite dalla pandemia, ma che trova stabilità tra le azioni messe in campo dall’amministrazione.

"Anghiari è l’unico comune della Valtiberina ad aver rinnovato per la quarta volta il sostegno di solidarietà alimentare, attingendo ai fondi del bilancio 2021. I buoni destinati all'acquisto di generi alimentari o ai prodotti di prima necessità potranno essere richiesti anche dalle famiglie già beneficiarie in passato della stessa misura", spiega una nota del Comune.

“Si tratta di un sostegno importante che abbiamo deciso di rinnovare ancora una volta, trasformando la misura di solidarietà alimentare in un aiuto solido e stabile per le famiglie anghiaresi più colpite dalla pandemia” ha spiegato l’assessore al sociale nel comune di Anghiari Angela Cimbolini.

Come funziona

Il sistema di valutazione ed evasione delle domande - spiegano dal Comune - avverrà come in precedenza, in ordine cronologico ed è previsto un mese di tempo dall’attribuzione del buono per poterne usufruire. Le informazioni richieste nel modello di autocertificazione per accedere ai buoni spesa sono: generalità del richiedente; informazioni sui componenti del nucleo familiare (numero ed età componenti ed eventuali fragilità al loro interno); condizioni lavorative; consistenza dei conti correnti bancari e postali quale sommatoria dei valori del saldo contabile attivo al lordo degli interessi; fruizione di altri sostegni o contributi pubblici percepiti; condizione abitativa e patrimonio immobiliare; reddito complessivo del nucleo familiare; accesso del nucleo familiare ad altri servizi sociali. Si ricorda che è possibile presentare un’unica domanda per nucleo familiare. I dati forniti nel modello di autocertificazione verranno sottoposti a verifica a campione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento