"Buona scuola", anche ad Arezzo la raccolta firme per chiedere l'abrogazione di alcune norme

Prosegue la raccolta firme per la presentazione di 4 quesiti referendari per l'abrogazione di alcune norme della legge 107. Sostenuta da Flc, il sindacato scuola della Cgil, la raccolta è stata ieri oggetto di una riunione dei delegati delle Rsu...

 

Prosegue la raccolta firme per la presentazione di 4 quesiti referendari per l'abrogazione di alcune norme della legge 107. Sostenuta da Flc, il sindacato scuola della Cgil, la raccolta è stata ieri oggetto di una riunione dei delegati delle Rsu.

I quesiti sono riferiti all’abrogazione delle norme relative all’estensione dei poteri dei dirigenti scolastici, ai comitati di valutazione, al cosiddetto buono scuola per gli istituti parificati e privati, e infine all’obbligatorietà delle ore di alternanza scuola-lavoro. “Questi elementi della legge Giannini sono quanto di più lontano si possa immaginare dalla ‘buona scuola’ – commenta Maurizio Tacconi, Segretario provinciale Flc Cgil. Ad un anno dalla sua approvazione, questa legge ha confermato il suo prevedibile fallimento ed ha contribuito a peggiorare, qualora fosse stato possibile, anche il clima all’interno delle scuole pubbliche". La raccolta firme andrà avanti fino al 30 giugno sia presso la Cgil sia presso i Comuni della provincia di Arezzo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento