Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Anghiari

Bilancio positivo per l’edizione di settembre della mostra dell’artigianato di Anghiari

Conclusa la seconda parte dell’edizione 2021. Un weekend con tante iniziative che ha messo ancora una volta in risalto le eccellenze dell’artigianato

La seconda parte della 46ª Mostra Mercato dell’Artigianato della Valtiberina Toscana si è conclusa domenica sera al termine di un weekend intenso e partecipato che ha fatto come sempre registrare il gradimento di espositori e visitatori. L’edizione di settembre 2021 si è svolta come da tradizione nel centro storico di Anghiari, nel cuore di uno dei borghi più belli d’Italia, caratterizzato dalle botteghe che anche in questo fine settimana hanno ospitato le eccellenze dell’artigianato e del “fatto a mano”. La manifestazione, organizzata dall’Ente Mostra Valtiberina Toscana in collaborazione con Camera di Commercio di Arezzo-Siena, Regione Toscana, Cna Arezzo, Confartigianato Arezzo, Provincia di Arezzo, Comune di Anghiari, Associazione Pro-Anghiari e Banca di Anghiari e Stia, è iniziata il venerdì mattina e ha vissuto il primo momento ufficiale di pomeriggio con l’inaugurazione a cui ha preso parte anche il Prefetto di Arezzo Maddalena De Luca. Al termine della cerimonia si è tenuto, sempre nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Pretorio, un interessante incontro con Vittoria Ferragamo, responsabile delle botteghe e dei progetti speciali che si tengono al Relais & Châteaux il Borro e “madrina” dell’edizione di settembre della mostra, che ha raccontato al pubblico presente la sua esperienza e le sue passioni legate anche ovviamente all’artigianato. 
Interessanti e di vario genere i momenti che hanno caratterizzato i giorni della mostra: la proiezione del documentario “Rastrelli. Arte, teatri e attori al tempo della peste”, il concerto “La grandezza, l'harmonia e 'l ritmo over numero. Monteverdi e la contesa d'amore” e lo spettacolo itinerante “The sunflower is mine, in a way”. Tra le iniziative collaterali doveroso ricordare anche la mostra “La civiltà delle armi e le corti del Rinascimento. Federico da Montefeltro ad Anghiari” al Museo della Battaglia e di Anghiari con le opere de Le Gallerie degli Uffizi e l’esposizione “I Mestieri dell’Arte fra Tevere ed Arno” con le meravigliose creazioni di artigianato artistico.  
La seconda parte della 46ª Mostra Mercato dell’Artigianato della Valtiberina Toscana ha messo in evidenza le eccellenze dell’artigianato in uno dei Borghi più belli d’Italia, binomio inscindibile che si è confermato ancora una volta vincente. Bilancio positivo non solo a livello qualitativo, ma anche per il numero di visitatori presenti e per il rispetto di quelle norme di sicurezza legate alla situazione Covid-19 che caratterizzano questo particolare periodo storico. È stata un’edizione breve, intensa e partecipata e il positivo esito ha ripagato lo sforzo degli organizzatori rappresentando un importante passo nell’ottica di ripartenza definitiva dell’artigianato, settore fondamentale per il nostro territorio e non solo. 
Il Comitato Organizzatore ringrazia quindi tutte le persone che nel weekend appena trascorso hanno scelto Anghiari e la Mostra, tutti gli espositori che hanno partecipato, le istituzioni, gli sponsor, gli ospiti presenti e tutti coloro che con, il loro impegno, hanno contribuito alla realizzazione delle due edizioni del 2021. Un doppio storico appuntamento per una manifestazione che fonda le sue radici nella tradizione, ma che, ogni volta di più, guarda verso il futuro. Non a caso l’appuntamento va fin da ora al prossimo anno, quando la Mostra Mercato dell’Artigianato della Valtiberina Toscana vivrà il 47° atto della sua prestigiosa storia! 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio positivo per l’edizione di settembre della mostra dell’artigianato di Anghiari

ArezzoNotizie è in caricamento