Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

Bibbiena, il Comune apre le porte ai giovani: 16 nuove leve del servizio civile in aiuto a persone fragili

Il Comune di Bibbiena punta sui giovani e non è solo uno slogan. Grazie ad un lavoro di progettazione attento, Bibbiena può contare attualmente su 10 giovani volontari del servizio civile sia nazionale che regionale , ai quali se ne aggiungeranno...

Il Comune di Bibbiena punta sui giovani e non è solo uno slogan. Grazie ad un lavoro di progettazione attento, Bibbiena può contare attualmente su 10 giovani volontari del servizio civile sia nazionale che regionale , ai quali se ne aggiungeranno a breve ( dopo il 26 giugno, data di scadenza del nuovo bando) altri 6.

Un piccolo grande esercito di volontari attivi sul territorio che consentono all'amministrazione di aiutare tantissime persone in difficoltà, tra anziani e diversamente abili.

Dal 2014 ad oggi l'amministrazione è riuscita a partecipare a quattro bandi diversi e dato occupazione - anche se temporanea - a circa 30 giovani del territorio, per un totale erogato di 150 mila euro di investimento sugli stessi.

Filippo Vagnoli, Assessore alle politiche giovanili commenta: "Per il comune questi ragazzi sono molto importanti, perché consentono di intervenire in modo fattivo su più situazioni di criticità. Parimenti l'esperienza del servizio civile rappresenta per gli stessi giovani un momento formativo essenziale per la vita lavorativa futura. Per loro rappresenta anche un primo impatto con la realtà istituzionale. Ringrazio per il grosso lavoro fatto l'ufficio competente che ha fatto entrare Bibbiena, con progetti ben fatti e mirati, in graduatorie sia nazionali che regionali".

Ma le porte del Comune sono aperte ai giovani anche in altri modi. Bibbiena tende una mano alle scuole con le ore obbligatorie di alternanza scuola-lavoro ospitando diversi ragazzi per circa tre settimane. Rimane inoltre aperta la collaborazione con le Università per i tirocini formativi che, sempre dal 2014, hanno portato in comune, molti giovani laureandi.

Filippo Vagnoli conclude: "L'impegno del comune sul fronte dei più giovani non finisce qui. Rammento il nostro costante impegno per il centro Creativo casentino, luogo di incontro e formazione continua, l'Eurodesk per le opportunità di studio e lavoro all'estero e ovviamente il punto informativo di GiovaniSì".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bibbiena, il Comune apre le porte ai giovani: 16 nuove leve del servizio civile in aiuto a persone fragili

ArezzoNotizie è in caricamento