rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità

Benessere, Arezzo scende nella classifica della qualità della vita dei bambini, ma sale in quella dei giovani

Un tonfo di sette posizioni per quanto riguarda i più piccoli: pesano i reati nei confronti dei minori e la spesa sociale per famiglie e bambini

Nella parte superiore delle classifiche, ma senza brillare. Arezzo appare così nell'indagine condotta da Sole 24 Ore sul "Benessere per età". 17esima per quanto riguarda la qualità della vita dei bambini, 38esima per la fascia dei giovani e 48esima per quella degli anziani. 

Lo studio, giunto alla sua quarta edizione, è stato presentato in occasione del Festival dell'Economia, e riporta classifiche che mostrano come i territori rispondano alle necessità di queste tre fasce d'età. 

Bambini

Per quanto riguarda i più piccoli, Arezzo si piazza al 17esimo posto, in calo rispetto al decimo posto dello scorso anno. E' terza dopo Firenze (13esima) e Siena, prima tra le toscane in nona posizione. Sono 12 indicatori che vanno a comporre la graduatoria finale. Arezzo non svetta in nessuna di queste: la posizione migliore è relativa alla presenza di aree verdi, che fa guadagnare alla città un quarto posto. Vengono poi prese in considerazione spazio abitativo (47esima) e numero bambini che hanno usufruito di servizi comunali (21esima), spesa sociale per bambini e famiglie (nelle quali Arezzo si piazza addirittura 97esima), giardini scolastici (16esima) ed edifici scolastici con palestra (22esima) e infine competenze numerica e alfabetica non adeguata (rispettivamente 16esimo e 30esimo posto). Il dato più allarmante però arriva dai delitti denunciati in danno ai minori, 4,4 ogni 10mila abitanti rispetto ai 2,2 di livello nazionale, che fanno scendere Arezzo al 102esimo posto.

A livello nazionale la città più a misura di bambino risulta essere Sondrio, seguita da Ravenna, Trieste, Gorizia e Udine. Fanalino di coda Crotone, preceduta da Palermo, Catania e Ragusa. 

L'indagine del 2023

Giovani

Tre posizioni più in alto per la classifica che riguarda i giovani. Arezzo è 38esima, mentre nella scorsa edizione di fermava al 42esimo posto. Ancora una volta la precedono Firenze e Siena. Anche in questo caso gli indicatori sono 12. Si va dal quoziente di nuzialità, all'imprenditòria giovanile, all'età media del parto. E poi viene preso in considerazione il numero dei laureati, quello dei disoccupati e anche il numero di bar e locali presenti sul territorio. 

La posizione migliore nelle varie classifiche è quella delle aree sportive (18esima). La segue la classifica dei laureati (22esima con il 32, 7 per cento di laureati tra i giovani tra i 25 e i 39 anni). Bene anche per il numero di contratti di lavoro che vengono trasformati a tempo indeterminato (23esima). Fa da controcanto il dato sulla disoccupazione (30esimo posto con l'8,5 per cento di disoccupati nella popolazione tra i 25 e i 34 anni). Un vero e proprio tonfo invece sul fronte concerti: passa dal primo posto del 2023 al 57esimo del 2024.

In Italia, la città più adatta ai giovani risulta Trento, seguita da Como e Cremona. Chiudono la classifica Reggio Calabria, Messina e la toscana Lucca. 

Anziani 

Per quanto riguarda gli anziani, Arezzo si piazza al 48esimo posto, dopo Prato e prima di Firenze. In questo caso sono stati presi in esame indici quale la speranza di vita oltre i 65 anni, i posti disponibili nelle rsa, il numero di geriatri e infermieri, la presenza di orti urbani (che fa guadagnare alla città l'ottavo posto nell'apposita classifica) e biblioteche (76esimo posto). La classifica relativa alle persone sole vede Arezzo in 34esima posizione, una brusca discesa di 20 posizioni dato che nel 2023 era 14esima.

Per quanto riguarda il consumo di farmaci per malattie croniche e di anti depressivi le rispettive graduatorie vedono Arezzo in 62esima e 96esima posizione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benessere, Arezzo scende nella classifica della qualità della vita dei bambini, ma sale in quella dei giovani

ArezzoNotizie è in caricamento