Bardelli: "Due reparti di eccellenza della sanità aretina che mi hanno salvato la vita"

E' tornato al lavoro ormai da diversi giorni, sorridente, pieno di energia più di prima. Così ha preso carta e penna per ringraziare pubblicamente due reparti dell'ospedale San Donato di Arezzo. Roberto Bardelli, titolare di un distributore di...

E' tornato al lavoro ormai da diversi giorni, sorridente, pieno di energia più di prima. Così ha preso carta e penna per ringraziare pubblicamente due reparti dell'ospedale San Donato di Arezzo. Roberto Bardelli, titolare di un distributore di carburanti e consigliere comunale eletto nelle fila di Forza Italia racconta in prima persona quello che è successo.

Voglio sentitamente ringraziare chi nei giorni scorsi mi ha salvato la vita e chi mi ha fatto tornare più in forma che mai: gli angeli salvatori e gli angeli custodi. I primi sono gli operatori sanitari del pronto soccorso e del reparto di medicina d’urgenza dell’ospedale San Donato guidati dal dottor Giovanni Iannelli, che mi hanno salvato la vita con il loro tempestivo intervento, accudito e tenuto sotto osservazione per le prime fondamentali 24 ore. Gli angeli custodi sono invece i medici, gli infermieri e gli operatori socio-sanitari del reparto malattie cardiovascolari di Arezzo, coordinati dal dottor Leonardo Bolognese, che per ben 13 giorni mi hanno tenuto in osservazione e sottoposto a numerosi accertamenti ed esami diagnostici per indagare sulle cause del mio malore e per mettere a punto una cura che potesse evitare ricadute future. A tutti loro va il mio sentito ringraziamento e l’augurio di poter continuare a lavorare ai livelli che hanno condotto questi due reparti a essere delle eccellenze di cui noi aretini possiamo andare fieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

  • Coronavirus, Arezzo fa prevenzione. Dal Ministero: "Isolamento obbligatorio in caso di contatto con infetti"

  • Sfida "spaccatesta": genitori in allarme. Il violento gioco di moda sui social

  • Le dieci regole d’oro contro il Coronavirus: il decalogo delle farmacie aretine

  • Coronavirus, sospese gite scolastiche e uscite d'istruzione

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento