Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Bando aree degradate: 60 giorni dopo la firma. Gamurrini: "Attendiamo i fondi ma pronti con i progetti esecutivi"

I sessanta giorni per l'ufficializzazione dell'accordo tra Ministero e Comune di Arezzo sono scaduti domenica 18 febbraio. Il conto alla rovescia per l'arrivo dei tanto bramati fondi riguardanti il bando delle aree degradate è cominciato. Un...

Lavori in corso

I sessanta giorni per l'ufficializzazione dell'accordo tra Ministero e Comune di Arezzo sono scaduti domenica 18 febbraio.

Il conto alla rovescia per l'arrivo dei tanto bramati fondi riguardanti il bando delle aree degradate è cominciato. Un aiuto consistente che permetterà all'amministrazione comunale di dare avvio a tutta una serie di interventi e di opere pubbliche che modificheranno in maniera consistente il volto della città. Era il 18 dicembre quando una delegazione del Comune capitanata dal sindaco Alessandro Ghinelli si recò a Roma per la tanto sospirata firma.

Grazie a quell'accordo l'amministrazione riceverà 17 milioni di euro somma con la quale potrà dare una nuova faccia ad aree come Saione, viale Michelangelo, Pionta, via Fiorentina e tangenziale.

Già perché 3,5 milioni circa saranno assegnati al rifacimento dell'incrocio tra viale Amendola e via Fioretina: il semaforo più odiato e trafficato della città. /attualita/aree-degradate-gamurrini-lunedi-firmeremo-la-convenzione-giardini-del-porcinai-opera-pronta-cantiere/ Qui secondo i piani dell'amministrazione dovrebbe essere realizzata una rotatoria ed un sottopasso che consenta una migliore e maggiore fluidità del traffico veicolare.

"L'avvio dei lavori? Noi contiamo di farli entro la fine dell'anno - spiega il vicesindaco Gamurrini - ma molto dipenderà dall'arrivo delle risorse previste nel bando delle aree degradate. Se tutto procederà come previsto a breve presenteremo il progetto definitivo, successivamente quello esecutivo ed entro la primavera potremmo bandire la gara d'appalto per l'assegnazione dei lavori in modo da mettere il cantiere in attivo per l'arrivo dell'inverno prossimo. Ci contiamo ma attendiamo una risposta da Roma".

Un'opera importante che avrà una durata complessiva di 3 anni circa. Per la realizzazione della rotatoria sono stati calcolati infatti poco meno di 365 giorni di cantiere mentre per il sottopasso ci vorranno (contando anche gli imprevisti) circa due anni.

In attesa del loro termine verrà anche prevista una viabilità alternativa che consenta di non congestionare il traffico ma anche agli appaltatori di gestire al meglio i lavori.

L'intervento in via Fiorentina però non sarà l'unico ad essere cantierizzato nei prossimi mesi.

Certo, sia per rilevanza strategica che per mole è uno degli interventi di punta dell'intero piano redatto dall'amministrazione ma, al suo seguito si aggiungono altre opere che permetteranno di recuperare buona parte degli spazi cittadini.

"Attendiamo con fermento l'arrivo dei fondi - spiega ancora Gamurrini - perché grazie all'impegno dei nostri uffici e dei nostri tecnici siamo in grado di presentare già nella loro fase definitiva il 90 per cento dei progetti che abbiamo inserito come oggetto del bando. Questo ci permetterà di accorciare notevolmente i tempi e di metterci al lavoro. Siamo pronti per cambiare la faccia di una buona parte di questa nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando aree degradate: 60 giorni dopo la firma. Gamurrini: "Attendiamo i fondi ma pronti con i progetti esecutivi"

ArezzoNotizie è in caricamento