Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Banche Venete, Comitato azzerati del Salva Banche: "Il Governo chiarisca subito la situazione"

"Banche Venete: Padoan sta nascondendo un ulteriore deficit che potrebbe costare oltre 10 miliardi di euro ai contribuenti italiani o la valutazione media delle sofferenze del 17% che ha azzerato i risparmiatori di Banca Etruria & Co è totalmente...

"Banche Venete: Padoan sta nascondendo un ulteriore deficit che potrebbe costare oltre 10 miliardi di euro ai contribuenti italiani o la valutazione media delle sofferenze del 17% che ha azzerato i risparmiatori di Banca Etruria & Co è totalmente arbitraria?"; è quanto si chiedono in una nota i membri del Comitato Azzerati del Salva-Banche in seguito alla notizia del salvataggio delle Banche Venete.

L'azzeramento degli obbligazionisti subordinati delle banche venete - spiega in una nota il Comitato -, utilizzato per poter attivare gli aiuti di stato per Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, è avvenuto secondo il diktat della ormai nota direttiva europea del Burden Sharing. La stessa normativa che ha azzerato gli obbligazionisti subordinati di Banca Etruria & co in seguito alla valutazione delle sofferenze del 17%. L'azzeramento delle azioni e delle obbligazioni subordinate delle due banche venete si è dunque realizzato attraverso lo stesso strumento normativo europeo, ma è avvenuto ad una valutazione delle sofferenze del 41%, ovvero più del doppio della valutazione sui crediti in sofferenza delle 4 banche risolte a fine novembre 2015. In generale, i crediti deteriorati di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza verranno trasferiti nella Bad Bank a valore di libro, ovvero al 56%. Questo significa che se il valore delle sofferenze si rivelasse in linea con le attuali dismissioni di Unicredit o MPS (14%-19%)e quello delle inadempienze probabili in linea con la cessione ad Atlante2 (32%), lo stato sarà chiamato a sostenere un ulteriore costo vicino ai 10/11 miliardi di euro e su questo il governo dovrebbe dare spiegazione a tutti i contribuenti italiani; se, invece, le valutazioni corrette fossero quelle di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza (56%), allora lo stato ha ingiustamente azzerato gli obbligazionisti di Banca Etruria & co, e anche in questo caso il governo dovrebbe dare agli oltre 130 mila risparmiatori delle 4 banche una spiegazione. Il Comitato Azzerati del Salva-Banche auspica che il governo chiarisca immediatamente questa situazione.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banche Venete, Comitato azzerati del Salva Banche: "Il Governo chiarisca subito la situazione"

ArezzoNotizie è in caricamento