Attualità

Banca Etruria, la Consob: "Adesso intervenga la Corte dei Conti"

"Dopo le pesanti accuse nei confronti degli ex vertici di Banca Etruria contenute nel provvedimento sanzionatorio emesso il dicembre 2015, deve intervenire la Corte dei Conti". Lo afferma il Codacons, commentando il provvedimento della Banca...

"Dopo le pesanti accuse nei confronti degli ex vertici di Banca Etruria contenute nel provvedimento sanzionatorio emesso il dicembre 2015, deve intervenire la Corte dei Conti". Lo afferma il Codacons, commentando il provvedimento della Banca d'Italia sul deterioramento della situazione patrimoniale dell'istituto di credito.

"Le accuse mosse da Bankitalia sono pesantissime - spiega l'associazione - si va dal non essersi ridotti gli emolumenti all'aver continuato a pagare in eccesso i manager; non si sarebbe poi tenuto conto del "documento sulle politiche di 'remunerazione e incentivazione' approvato dall'assemblea dei soci del maggio 2014 che non consentiva la corresponsione di alcuna forma di incentivazione al personale più rilevante, fino ad arrivare al premio sociale di 2,1 mln di euro distribuito ai dipendenti nel 2013".

"Tutti questi rilievi finiranno ora davanti la Corte dei Conti - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Già lo scorso dicembre il Codacons si era rivolto alla magistratura contabile chiedendo di aprire una indagine sul caso di Banca Etruria. Ora, alla luce del documento di Bankitalia, presenteremo una nuova denuncia alla Corte dei Conti, affinché verifichi se la gestione dell'istituto di credito abbia configurato un uso distorto ed errato dei soldi di clienti e risparmiatori, e perché vengano individuati i responsabili di sprechi ed elargizioni folli a manager e dipendenti mentre la banca colava a picco" - conclude Rienzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca Etruria, la Consob: "Adesso intervenga la Corte dei Conti"

ArezzoNotizie è in caricamento