Attualità

Badia Tedalda e Sestino. Rinviato l’accorpamento dell’Istituto Voluseno

La decisione della Regione Toscana e dell’assessore Cristina Grieco, comunicata a Firenze a sindaci, assessori e presidenti di provincia nell’ambito di un incontro sul tema dei sottodimensionamenti scolastici

Le amministrazioni comunali di Badia Tedalda e Sestino esprimono soddisfazione per il rinvio al 2020 del dimensionamento scolastico. Dimensionamento che prevede l’accorpamento dell’Istituto Voluseno con una scuola più grande della Valtiberina.

La decisione della Regione Toscana e dell’assessore Cristina Grieco, comunicata a Firenze a sindaci, assessori e presidenti di provincia nell’ambito di un incontro sul tema dei sottodimensionamenti scolastici di tutta la regione, è in linea con le richieste di rinvio dei due piccoli comuni periferici. Il mantenimento dell’autonomia almeno fino al 2020, difatti, è il tempo utile per porre in essere le condizioni migliori per progettazioni innovative e l’avvio, per quanto riguarda la Valtiberina, del macroprogetto sulle aree interne.

“Non un accanimento terapeutico - confermano il sindaco di Sestino Marco Renzi e il vicesindaco di Badia Tedalda Ivano Sensi presenti all’incontro - ma una scelta operativa ottimale per dare alle piccole scuole il tempo di condividere una dimensione organizzativa migliore che metta al centro l’alunno e i suoi bisogni, anche di coloro che risiedono nelle aree periferiche di confine”.

Innovazione, formazione dei docenti, integrazione e qualità dell’offerta formativa, infatti, viaggiano di pari passo con le risorse e le scelte organizzative del dimensionamento scolastico territoriale che richiede buon senso e condivisione e non calcoli puramente matematici. Dunque occorre meditare bene e fare scelte consapevoli. E’ per questo che le scuole, conferma l’assessore regionale, manterranno l’attuale assetto fino al 2020.

Le amministrazioni ringraziano l’assessore regionale e ringraziano il presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai, intervenuta a Firenze in difesa dei due piccoli comuni, e l’assessore del Comune di Sansepolcro Gabriele Marconcini che ha saputo ispirare i lavori della conferenza zonale Valtiberina, dove ricopre il ruolo di presidente, e ha saputo promuovere le proposte sul dimensionamento scolastico.

Il rischio di accorpamento imposto dall’alto, Regione e Ministero dell’istruzione, in più di un’occasione aveva portato tensioni e preoccupazione anche tra i genitori dell’Istituto comprensivo “Lucio Voluseno”. Per questo vi è stata anche una raccolta di firme a sostegno delle proposte dei Sindaci Renzi e Santucci, con la condivisione dei rispettivi consigli comunali, maggioranze e minoranze sempre unite sul tema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Badia Tedalda e Sestino. Rinviato l’accorpamento dell’Istituto Voluseno

ArezzoNotizie è in caricamento